Mercato dei PC: Lenovo al primo posto

400

Nonostante il calo significativo del mercato nel suo complesso, l’azienda continua a registrare sul mercato USA una crescita a doppia cifra

IDC e Gartner hanno annunciato la propria classifica dei principali vendor nel mercato mondiale PC relativa al primo trimestre del 2016. Lenovo ha mantenuto la posizione di numero uno, con una quota di mercato del 20,1%, posizione che detiene negli ultimi dodici trimestri consecutivi. Nonostante il contesto molto competitivo e il calo significativo del mercato nel suo complesso, in tutte le aree geografiche, la società ha continuato a fare meglio del resto dei concorrenti. Va notato poi che Lenovo continua a registrare sul mercato USA una crescita a doppia cifra in ciascuno degli ultimi quattro trimestri, con un aumento nell’ultimo quarter che ha raggiunto il +27% di vantaggio rispetto al resto del mercato, superando Apple e occupando la terza posizione.

Gianfranco Lanci, presidente e Chief Operating Officer, Lenovo, ha commentato: “I risultati dell’ultimo trimestre confermano che la nostra focalizzazione sul core business del PC, come motore di crescita per l’azienda – mentre continuiamo a consolidare gli ambiti del mobile e del data center come motori di crescita – è la formula giusta per il nostro successo, anche in futuro. Continueremo a far leva sul trend di consolidamento che vediamo nel settore, puntando sulle opportunità di crescita offerte dal rinnovo dei PC aziendali promosso da Windows 10 e dalle nostre innovazioni di eccellenza nel comparto dei convertibili e detachable, per raggiungere il nostro obiettivo – il 30% di quota del mercato PC globale”. 

La focalizzazione sempre più attenta di Lenovo sul mercato statunitense sta poi generando dei dividendi particolarmente elevati, il che ci permette di sottrarci al calo generale del settore con un aumento a doppia cifra nelle unità spedite e incrementi costanti di quota di mercato, che ci hanno portato a un solido terzo posto, sempre con una forte redditività”, ha concluso Gianfranco Lanci.