Formazione all’avanguardia per i futuri medici della Queen’s University di Belfast

215

L’università ha istallato 18 display LCD multi-touch Full HD Panasonic serie LFB70 nella nuova sala di dissezione per il Centro di Biologia Medica






Nel settembre 2015 la prestigiosa Università di Belfast ha inaugurato la nuova sala di dissezione per il Centro di Biologia Medica, dotandola di un allestimento tecnico all’avanguardia. Ben 18 display LCD LFB70 da 65’’ di Panasonic sono oggi impiegati come supporti didattici per le lezioni di medicina, con positivi risultati in termini di aumento dell’attenzione, dell’apprendimento e dell’interattività in aula.

Il software integrato nelle lavagne interattive multi-touch, altamente intuitivo, unito alle funzioni avanzate di connettività wireless, consente ai 130 studenti che affollano l’aula durante le lezioni, di ottimizzare al massimo il tempo a disposizione, potendo iniziare a lavorare subito senza dover accendere e connettere il proprio PC. Inoltre, fino a quattro studenti possono scrivere simultaneamente sui display, memorizzare le pagine ed inviarle direttamente ai propri device o condividerle con i compagni, per un lavoro di squadra più efficace e coinvolgente.

Stuart Ogg di Media Services, system integrator della Queen’s University, ha commentato: “Ci occorreva una tecnologia avanzata, in grado di offrire una vasta gamma di modalità di insegnamento, in un ambiente specializzato. Il campo di applicazione previsto era estremamente ampio ed il laboratorio si è dimostrato uno spazio realmente interattivo. Il personale sostiene che il proprio modo di insegnare si è trasformato completamente e che gli studenti stanno interagendo in modo attivo con le tecnologie. Il supporto che abbiamo ricevuto da Panasonic è stato eccellente. Hanno collaborato con noi dalla fase iniziale di progettazione al completamento, fornendoci suggerimenti preziosi”.

I display LCD LFB70 integrano la tecnologia Miracast, che permette di trasmettere documenti, immagini e video Full HD da dispositivi compatibili Android e PC Windows, ad alta velocità e senza interruzioni. Ciò permette che tutti gli utenti, in questo caso studenti ed insegnanti, possano interagire più agevolmente durante le lezioni, senza tra l’altro la scomodità di doversi muovere in un ambiente pieno di cavi o preoccupare della velocità di connessione.

I display sono disposti lungo tutte le pareti dell’aula, in modo da ricevere feed dall’isola posta al centro, posizione dalla quale l’insegnante viene ripresa tramite una telecamera HD fissa montata sul soffitto. I display possono mostrare quindi immagini live ricevute dalla telecamera, alternate con file che l’insegnante trasmette in streaming dal proprio PC o tablet. Ciò garantisce che tutti i 130 studenti possano assistere ad una dimostrazione live sugli schermi e, contemporaneamente, fare pratica sui cadaveri collocati accanto ai display.

Samantha Taylor, docente e specialista di anatomia al Centre for Biomedical Sciences Education della Queen’s University di Belfast, sostiene: “L’uso dei display interattivi Panasonic offre agli studenti l’opportunità di farsi coinvolgere e interagire fra loro. Possiamo proiettare immagini nella sala con una risoluzione fantastica e ciò fornisce a noi insegnanti l’opportunità di usufruire di metodi innovativi e più efficaci, durante le lezioni. Senza dubbio, è una risorsa eccellente per il potere di attrazione della nostra Università̀.

Daniela Karakaci, Field Marketing Manager VSS di Panasonic Italia commenta: “Questa tecnologia è al contempo estremamente versatile e capace di incoraggiare concretamente la partecipazione attiva da parte degli studenti. Questo caso internazionale di applicazione dei display multi-touch LFB70 rappresenta un interessante esempio e testimonianza di come le nostre tecnologie, applicate al contesto education, siano molto apprezzate anche dagli utilizzatori finali, in questo caso gli studenti e gli insegnanti dell’Università di Belfast.

In Italia la nostra gamma di white-board professionali è molto apprezzata anche nell’ambito della formazione aziendale, grazie anche ad un ottimo rapporto prezzo prestazioni”.