Stampa: il futuro è nel Web to Print

1558

InfoTrends stima il settore in crescita del 70% entro il 2018. Cambiano le abitudini degli italiani






Fattura elettronica tra privati e nella pubblica amministrazione, ricetta medica elettronica, cartella clinica elettronica… la tendenza sembra essere chiara e precisa: dire sì al digitale e stop alla carta. Ma la cellulosa sopravvive e con essa la stampa, che si evolve, cambia pelle, si adatta e si cuce come un abito su misura sulle nuove abitudini degli italiani, diventando sempre più immediata, di qualità e accessibile in termini di prezzi.

E’ la stampa digitale la nuova protagonista, una stampa che offre precisione, qualità, efficienza e velocità a costi contenuti, anche per piccole quantità di copie stampate, con possibilità di personalizzazione e quindi forte flessibilità. Un mix di caratteristiche che l’hanno resa vincente rispetto alla stampa tradizionale. Con la stampa digitale i tempi di consegna sono più rapidi, la qualità e la definizione dello stampato maggiori, così come sono più brillanti i colori. Si possono stampare anche pochi esemplari a prezzi contenuti e ogni singolo stampato può essere personalizzato: è possibile infatti la stampa del dato variabile con la possibilità di stampare dati diversi da una copia all’altra, come un nome, un cognome o un numero.

In questo scenario protagonista è il Web to Print, un nuovo modo di stampare online che permette di inviare i file direttamente da internet, risparmiando tempo e denaro. Secondo l’istituto di ricerca InfoTrends il settore è ancora agli albori ma ha forti potenzialità di sviluppo, tanto che si stima una crescita del Web to Print del 70% a livello globale entro il 2018. Una sorta di e-commerce della stampa che rappresenta il futuro più probabile della tipografia e che, come per il commercio elettronico, sarà spinto dall’affermarsi sempre più marcato dello smartphone e delle abitudini collegate al suo uso, che contemplano la possibilità di fare ordini tramite reti mobili.

Stampare biglietti da cartoline, inviti, locandine, volantini, calendari, fotografie, cataloghi, manifesti, striscioni, adesivi, pieghevoli, badge e così via diventa quindi un gioco da ragazzi. E in questo processo l’utente è sempre protagonista perché sul web il cliente è attivo e partecipe nella creazione del suo prodotto tramite l’ideazione della grafica e l’eventuale impaginazione, intervenendo nel processo di revisione prima del processo di stampa o addirittura caricando direttamente, solitamente in formato PDF, i propri elaborati.

Una volta preparato il file lo si invia alla stampa, senza dover uscire da casa o dall’ufficio.

Importante in questo contesto è inoltre offrire un servizio totalmente dedicato al cliente basato su tecnologie avanzate e soluzioni innovative, ma anche garantire un’assistenza continua offerta da personale qualificato per il supporto tecnico, tempi di spedizione rapidi all’insegna di una elevata qualità di stampa nel pieno rispetto dell’ambiente.

Portavoce di questa nuova filosofia di stampa è la tipografia online tedesca Flyeralarm, specializzata nel settore del B2B. Nel portafoglio prodotti dell’azienda figurano stampati di ogni tipo – dai biglietti da visita creativi, al volantino pubblicitario o informativo, al libro solidamente rilegato – oltre a servizi complementari nell’ambito delle attività di marketing come, ad esempio, soluzioni di web design. Ogni giorno Flyeralarm evade fino a 15.000 ordini per oltre un milione di clienti e vengono coordinate più di 20.000 spedizioni in modo tale da raggiungere il committente nel più breve tempo possibile. Accanto alla possibilità di farsi inviare lo stampato direttamente a casa o in azienda Flyeralarm garantisce anche un processo di vendita tradizionale, tanto è vero che è presente con i suoi store in 14 paesi europei, compresa l’Italia (con un punto vendita a Milano e uno a Bolzano).

Una dimostrazione che questo nuovo modo di stampare ha già preso piede e si afferma a passo sempre più deciso, tanto che secondo le previsioni di InfoTrends dovrebbe rivoluzionare in modo radicale le abitudini degli italiani, aprendo le porte ad un futuro che a ben guardare è già qui.