Sanità: Microsoft e Inpeco in Sardegna per l’archivio sanitario digitale

1078

Sarà avviato un progetto che sperimenta un nuovo modello di gestione delle informazioni riguardanti il salute e il benessere dei cittadini






Sarà sperimentato in Sardegna il Total Patient Management, il prototipo di un nuovo modello di gestione delle informazioni riguardanti la salute e il benessere dei cittadini che ha l’obiettivo finale di gestire, tracciare, automatizzare e soprattutto, controllare i processi di produzione dei dati clinici provenienti dalle strutture sanitarie e dai dispositivi personali nel rispetto assoluto della privacy. Protagonisti del progetto Inpeco e Microsoft.

Inpeco ha scelto la Sardegna – dove già effettua sperimentazioni cliniche all’ospedale Brotzu – per la presenza di un’avanzata infrastruttura sanitaria ospedaliera proiettata verso i più alti standard internazionali (prescrizione medica informatizzata, anagrafe unica dei pazienti, rete dei lavoratori unificata) e di un forte orientamento verso la totale digitalizzazione dei processi in area sanitaria.

TPM è sinergico con i progetti di sanità elettronica già realizzati a livello regionale e nazionale ed estende l’idea del “Fascicolo Sanitario Elettronico” ponendo il cittadino al centro dei processi di cura attraverso un concetto fondamentale: l’individuo potrà conservare la propria storia clinica in un unico “cassetto virtuale” di sua proprietà, disponibile in qualunque momento ed in ogni luogo, nell’assoluto rispetto della privacy.

“Il dimostratore che stiamo avviando in Sardegna ha l’obiettivo di diventare un modello esportabile non solo nelle altre regioni italiane, ma anche su scala internazionale – spiega Andrea Pedrazzini, presidente di Inpeco -. E’ questo infatti l’orizzonte cui guardiamo sempre, anche per le relazioni che già da tempo ci legano con aziende globali quali Abbott e Siemens (nostri distributori a livello globale) e altri. Per questo motivo, fin da subito, abbiamo scelto un partner prestigioso, Microsoft, che fornisse tecnologia adeguata e potesse aiutarci in questa evoluzione”.

A guidare con Inpeco l’intera fase della ricerca, che durerà 18 mesi, è il Centro regionale di ricerca CRS4. Microsoft contribuirà al completamento del progetto, fornendo la piattaforma tecnologica che consente di avere un accesso capillare e sicuro alle informazioni generate dal sistema, a vantaggio dei cittadini. Il colosso di Redmond svilupperà l’infrastruttura Cloud per consentire a cittadini ed enti sanitari accessi immediati ai dati clinici e in tutta sicurezza.