Wacom presenta il suo nuovo signature pad: STU-540

649

Il dispositivo è dotato di un display LCD a colori di 5 pollici ad alta risoluzione con una superficie anti-riflesso che fornisce una migliore esperienza di visualizzazione in tutte le condizioni d’illuminazione






STU-540 è un signature pad che si aggiunge al resto della gamma dei prodotti per la firma elettronica grafometrica di Wacom. Il nuovo sign pad amplia il supporto per la cattura della firma in una varietà di ambienti. In ambito desktop utilizza lo standard USB. Per la configurazione virtuale desktop, vi sono diverse opzioni a disposizione per soddisfare qualsiasi esigenza dei clienti. Lo STU-540 supporta Citrix v7 6.3 e le versioni successive. Per Citrix v 6.5 e gli altri ambienti di desktop virtualizzati, il nuovo modello può essere configurato per emulare una connessione seriale tramite USB. Inoltre, lo STU-540 offre la possibilità, tramite un kit di accessori separati, di aggiungere un connettore seriale fisico al posto di una USB.

Inoltre, Wacom ha aumentato il livello di utilità e la facilità d’utilizzo del sign pad incorporando le funzioni normalmente più utili direttamente nello STU-540. Lo schermo a colori può essere utilizzato per diverse tipologie di utilizzo, a partire dalla semplice cattura della firma, senza che l’utente debba creare e implementare le proprie applicazioni. Invece le altre funzioni integrate sono accessibili tramite una semplice utility. Quando non è in modalità di firma, lo schermo a colori del sign pad può visualizzare immagini in alta qualità per la pubblicità o il marketing senza che una applicazione separata continui a funzionare in background. Allo stesso tempo, le immagini vengono eseguite direttamente dal sign pad. Inoltre, la funzione di personalizzazione della tastiera consente ad un amministratore di organizzare tastiere o soft key configurabili su schermo o che possono essere utilizzate per raccogliere una miriade di diversi tipi di informazioni a supporto diversi flussi di lavoro.

Lo STU-540 si inserisce nella tradizione di Wacom nell’ambito delle soluzioni di crittografia finalizzate alla protezione dei dati delle firme trasmesse tra sign pad e le workstation o il terminale. Le caratteristiche della STU-540 sono provate e testate con crittografia AES256/RSA2048.

Con il lancio del signature pad STU-450, Wacom offre ai propri clienti caratteristiche all’avanguardia per sostenere l’integrazione delle firme elettroniche fatte a mano, supportando così le strategie aziendali atte alla riduzione dell’uso della carta. Wacom mette a disposizione opzioni di crittografia leader di settore nell’ambito dei sign pad, per soddisfare le alte aspettative dei propri clienti nei processi di firma digitale sicura. Le opzioni di connettività disponibili garantiscono che gli utenti in diversi ambienti siano in grado di impiegare questi pad in diversi ambiti, e qualora le esigenze dovessero cambiare nel tempo, lo STU-450 è in grado di adattarsi al nuovo contesto”, ha dichiarato Shigeki Komiyama, Executive Vice President di Wacom, “Oltre a ciò, abbiamo introdotto caratteristiche innovative che permettono ai nostri clienti di espandere le modalità in cui usano questi prodotti per il loro lavoro”.

Lo STU-540 dispone di un display LCD a colori di 5 pollici ad alta risoluzione con una superficie anti-riflesso che fornisce una migliore esperienza di visualizzazione in tutte le condizioni di illuminazione, oltre a un miglior feedback al tatto durante la firma. Il pad incorpora anche la tecnologia Wacom’s digital inking – WILL (Wacom Ink Layer Language) per produrre una firma su schermo che appaia pulita, nitida e che riproduca visivamente la firma con la penna sul foglio di carta.

La tecnologia senza fili e senza batteria brevettata da Wacom offre agli utenti la miglior esperienza di firma. Offre anche 1024 livelli di sensibilità alla pressione in grado di catturare il profilo dalla pressione di un firmatario come parte di un unico profilo biometrico durante il processo di firma. Ogni utente ha anche un hardware ID che può essere usato per determinare l’esatta unità che è stata utilizzata per una particolare firma.