ADJ Ecobox per la raccolta e il recupero dei Toner

475

ADJ e EcoR’IT insieme al servizio delle aziende per la tutela ambientale






Ogni anno, in Italia, solo un settimo delle cartucce utilizzate vengono raccolte e correttamente recuperate dai produttori. La raccolta è quindi insoddisfacente e disomogenea. Per questo motivo ADJ International, azienda italiana specializzata in prodotti per il mondo IT, ha ideato ADJ Ecobox, un servizio per la raccolta e il trattamento dei toner esausti in modo capillare su tutto il territorio nazionale, nel massimo rispetto delle leggi attualmente in vigore, garantendo trasparenza e affidabilità.

Il servizio viene svolto con il supporto del Sistema Nazionale R’iToner, nato dalla collaborazione tra Consorzio ecoR’it (uno dei più importanti Consorzi italiani per la gestione dei RAEE e dei rifiuti di pile e accumulatori) e alcuni dei più noti Produttori di apparecchiature per la stampa. R’iToner è attivo in tutta Italia e agisce senza scopo di lucro per la raccolta, il recupero e il riciclo di toner esausti.

I destinatari del servizio ADJ Ecobox sono tutte le aziende italiane utilizzatrici di stampanti (clienti finali oppure dealer). Per attivare il servizio è necessario collegarsi al sito www.adj.it, nella sessione dedicata ADJ Ecobox e seguire le istruzioni.

Come funziona il Servizio ADJ Ecobox

Dopo aver compilato e inviato il contratto per lo smaltimento obbligatorio e il modulo di richiesta ritiro dei “consumabili esausti” – entrambi presenti sul sito www.adj.it, nella sezione dedicata ADJ Ecobox – si riceveranno gli ADJ Ecobox per raccogliere i propri “consumabili esausti” (toner, vaschette, developer, pcu, bottiglie e tamburi). Una volta riempito l’ADJ Ecobox, basterà effettuare la richiesta di ritiro via web.
Il ritiro è garantito entro 10/12 giorni lavorativi dalla data della richiesta: il trasportatore incaricato contatterà il cliente per concordarne i dettagli. I toner esausti ritirati (e più in generale i consumabili esausti per la stampa) verranno avviati a trattamento con garanzia di totale recupero delle materie prime seconde (che verranno reintrodotte nel processo produttivo) utilizzando le migliori tecnologie disponibili e nel pieno rispetto dell’ambiente, evitando così le conseguenze negative di uno smaltimento indifferenziato e garantendo il totale rispetto delle norme poste a tutela del produttore del rifiuto.