Panasonic dona efficienza e affidabilità per i dipendenti di RetiPiù

425

I tablet fully rugged Toughpad FZ-G1 scelti dall’azienda attiva nel mercato della distribuzione di energia in Brianza






RetiPiù, azienda specializzata che opera nell’ambito della distribuzione del gas naturale e dell’energia elettrica, ha scelto Panasonic per migliorare la sua efficienza e crescere in affidabilità.

RetiPiù costruisce e gestisce 2.000 chilometri di reti di gas ed elettriche che servono abitazioni, imprese e istituzioni e che sono quotidianamente oggetto di manutenzione e rinnovo, aggiornamenti tecnologi, verifiche e controlli. E’ fondamentale investire in efficientamento e strumentazione per garantire sicurezza, continuità di fornitura e tempi di servizio. Per far fronte a questo scenario RetiPiù ha introdotto nuove applicazioni informatiche e innovativi sistemi costruttivi e di prodotto, proponendo soluzioni di controllo remoto delle reti e degli impianti all’avanguardia, oltre che di digitalizzazione di processi e servizi. Per questo la giusta tecnologia può fare la differenza.

All’interno di tale strategia, che prevede forti investimenti da parte dall’azienda per facilitare le attività del proprio personale, rientra anche il recente acquisto di 80 tablet Panasonic Toughpad FZ-G1: una scelta pensata per migliorare le condizioni di operatività sul campo, con una serie di specifici vantaggi che possono concretamente aiutare il lavoro di chi opera ogni giorno in esterno, e condivisa da Alta Direzione, tecnici e operativi.

L’opinione dei tecnici

“Eravamo alla ricerca di uno strumento che non impedisse o rallentasse il lavoro sul campo, ma che al contrario lo agevolasse, grazie anche a caratteristiche di potenza e affidabilità tecnologica e informatica – racconta Andrea Paschetto, Direttore Tecnico di RetiPiù -. Per questo il Toughpad FZ-G1 di Panasonic si è rivelato la scelta ideale: un device concepito e costruito per il lavoro in cantiere, robusto e a prova di urto, che resiste alla pioggia e al maltempo, alle cadute accidentali e a tutte le condizioni difficili che chi opera sul campo deve affrontare ogni giorno. Il peso ridotto (circa 1 kg) lo rende pratico e maneggevole senza fatica o impedimento, anche grazie alla fascia per l’impugnatura e alla tracolla con supporto fornita in dotazione: caratteristiche che ne fanno un dispositivo particolarmente adatto anche all’utilizzo senza piani di appoggio”.

Il parere degli operativi

Per gli operatori RetiPiù impegnati sul campo, l’uso del Toughpad FZ-G1 Panasonic si è rivelato semplice anche grazie alla tipologia di display, di dimensioni particolarmente ampie (10.1 pollici) e studiato per avere una perfetta visibilità in ogni condizione, persino in presenza di luce solare diretta. Il display permette di usare il gestionale per effettuare le operazioni di manutenzione, installazione e rimozione dei contatori, pronto intervento e preventivi, e viene anche utilizzato per la visualizzazione del navigatore satellitare, indispensabile per ottimizzare le percorrenze chilometriche e la durata dei viaggi tra un intervento e l’altro. Un’importante novità per gli operatori RetiPiù è stata la possibilità di eliminare del tutto l’utilizzo sul campo delle stampanti. La tecnologia dello schermo e l’uso della penna digitizer consentono infatti ai clienti di apporre la propria firma direttamente sul display, eliminando carta e stampanti, scomodi per le operazioni in esterno e costosi in fase di acquisto e archiviazione.

I motivi e i risultati della scelta

“La scelta di un device di tipo professionale anziché consumer rientra nella nostra politica aziendale. Dopo alcuni mesi di utilizzo della nuova soluzione, possiamo dire di essere pienamente soddisfatti di aver scelto Panasonic – afferma Alessandro Camisasca, responsabile IT di RetiPiù -. Gli utilizzatori hanno preso velocemente confidenza con i device e altrettanto velocemente abbiamo cominciato ad apprezzarne i vantaggi in termini di migliore qualità del lavoro e di aumento degli interventi effettuati. Anche la possibilità di abbandonare i documenti cartacei riveste per noi grande importanza”.