Lettori barcode mal progettati causano malesseri nei lavoratori

367

Il 52% soffre di sindrome da sforzo ripetitivo (RSI). Le assenze di ognuno di loro costano in media 338£ ai datori di lavoro






Secondo l’ultima ricerca, gli operatori del settore della logistica e gli addetti alle consegne affermano che la pressione lavorativa e i lettori barcode poco funzionali dal punto di vista del design hanno effetti negativi su salute e produttività. Il 63% segnala dolori alle braccia e ai polsi, e il 69% è stato costretto ad assentarsi per malattia per una media di due giorni e tre quarti nell’ultimo anno – con un costo per il datore di lavoro di 310£ a persona. La sindrome da sforzo ripetitivo ha inoltre colpito il 52% del personale, e il 78% degli interessati si è assentato in media per 3 giorni negli ultimi 12 mesi – a un costo stimato per il datore di lavoro di 338£ a persona.

La ricerca Scanning Pain For No Gain, condotta dall’agenzia indipendente di ricerche di mercato Opinion Matters e commissionata da Panasonic Business su un campione di 500 lavoratori britannici che utilizzano lettori barcode mobili, sottolinea come il 60% degli impiegati nei settori di consegne, magazzini e logistica ritenga che il proprio lettore barcode mobile sia poco o per niente efficace.
I principali fattori di stress sono rappresentati da operazioni di scansione lente e difficoltose, dovute al device utilizzato (32%), al tempo necessario per scansionare i pacchi (31%), ad articoli difficili da scansionare (26%), alla riduzione dei tempi di consegna (23%) e dal numero di pacchi da smaltire in una giornata (22%).
A peggiorare il problema, i lavoratori credono che il volume di scansioni da effettuare stia aumentando notevolmente: sono in media 197 al giorno, con una crescita stimata anno su anno del 24%.

Problemi del device

Scarsa durata della batteria (46%), visibilità dello schermo (27%), poca sensibilità durante l’acquisizione delle firme (19%), difficoltà nella scansione (14%) e tentativi di scansione falliti (14%): ecco i principali difetti dei device lamentati dai lavoratori. Anche la mancata acquisizione delle firme elettroniche, che si verifica ogni due giorni, è stata segnalata come un danno alla produttività.
I tre principali suggerimenti per migliorare la scansione di codici a barre e l’acquisizione delle firme sono stati una penna ad alta precisione (49%), un dispositivo con lettore barcode angolato (36%) e una migliore visibilità dello schermo anche in presenza di luce solare diretta (22%).

Miglioramenti per la salute e la produttività grazie a modifiche nel design

I lavoratori non soddisfatti dei propri dispositivi mobili affermano che con le modifiche al design da loro suggerite si possono ottenere importanti miglioramenti per la produttività. In media, sostengono che la presenza di tasti di attivazione dello scanner su entrambi i lati del device permetterebbe di incrementare il numero di scansioni del 13%. Un lettore barcode angolato e una penna ad alta precisione potrebbero migliorare la produttività del 12%.