Interactive Intelligence estende il suo ecosistema di partner

500

Quest’anno sono stati sottoscritti 50 accordi con partner che hanno generato quasi la metà dei contratti nel 2016






Interactive Intelligence Group, fornitore di software e servizi cloud per il customer engagement, le comunicazioni e la collaborazione, annuncia di avere firmato, dall’inizio dell’anno, accordi con 50 nuovi partner, con vendite indirette pari quasi alla metà degli accordi con nuovi clienti.
Nel secondo trimestre, un partner di Interactive Intelligence, ha chiuso il più grande accordo indiretto della storia dell’azienda, del valore di oltre 12,5 milioni di dollari.

“Abbiamo revisionato il nostro Global Partner Program lo scorso anno per rendere le relazioni con noi più semplici e per dare ai nostri partner nuove opportunità di guadagno nel mercato del cloud – ha commentato Darren Gill, vice presidente del canale di Interactive Intelligence -. I nostri recenti risultati mostrano che i partner stanno traendo beneficio da questo cambiamento, e continueremo a cercare modi per supportare il loro business”.

Oggi l’ecosistema di partner di Interactive Intelligence comprende circa 440 aziende in tutto il mondo.

Un obiettivo chiave del rinnovamento del Global Partner Program è stato accelerare il time to market della soluzione PureCloud, una piattaforma basata su microservice e costruita sul Cloud di Amazon Web Service che offre funzionalità di customer engagement, comunicazione e collaborazione.

“In base ai termini del nostro nuovo Global Partner Program, i partner hanno numerose opportunità con PureCloud, tra cui implementazione, personalizzazione e servizi di consulenza, nonché il supporto e lo sviluppo di applicazioni premium” afferma Gill.

Nel Q2, il 37% degli accordi PureCloud è derivato dai partner.

Secondo Gill, “I nostri miglioramenti al Global Partner Program, combinati con la scalabilità, la flessibilità e la rapidità di deployment di PureCloud, hanno permesso ai partner di creare nuove opportunità e aumentare i ricavi più velocemente che mai”.