Passepartout vince la VII edizione dei Le Fonti Awards

397

Premiata nella categoria ‘Eccellenza dell’Anno/Innovazione & Leadership’






Passepartout, software house specializzata in ERP per imprese e professionisti, è stata premiata come ‘Eccellenza dell’Anno/Innovazione & Leadership’ nella categoria Software Gestionale nella VII edizione dei Le Fonti Awards. La cerimonia ha visto anche la nomination di Stefano Franceschini a Imprenditore dell’Anno.

La selezione dei candidati è avvenuta sulla base della survey diffusa presso oltre 40.000 contatti qualificati provenienti dal mondo delle imprese e delle professioni ed il riconoscimento è stato assegnato con la seguente motivazione: “Per le soluzioni affidabili e innovative, messe a punto in oltre 25 anni di esperienza, in particolare per i nuovi PassBuilder e PassStore. Per l’identità della strategia aziendale che prevede come unica modalità di accesso al mercato, la distribuzione, l’assistenza e la personalizzazione del software gestionale, attraverso un canale di concessionari qualificati”.

“Il nostro è un mercato maturo ed è un mercato soprattutto di sostituzione – ha commentato Stefano Franceschini, presidente di Passepartout -. Per crescere molti player scelgono di acquistare marchi concorrenti con distributori, prodotti e clienti, effettuando poi la sostituzione del gestionale sui clienti acquisiti. E’ una strategia particolarmente difficile
perché sostituire il gestionale significa spesso sconvolgere abitudini consolidate dell’impresa. Oggi i software, pur essendo molto diversi tra loro, possiedono tutti circa il 90% delle funzionalità che servono ai clienti, e diventa dispersivo mantenere e supportare prodotti simili ma diversi. Per ottimizzare si rende quindi necessario effettuare la sostituzione del gestionale sulle acquisizioni e riorganizzare anche altre funzioni, di supporto e distribuzione, spesso a discapito della qualità del servizio. Passepartout ha invece scelto un percorso diverso che è stato premiato: crescere senza acquisizioni esterne ma per linee interne insieme ai propri Partner.
Seguendo questa strategia abbiamo deciso di dotare il nostro gestionale di PassBuilder, una potente piattaforma che permette ai Partner di sviluppare quelle funzionalità specifiche che rappresentano il cuore dell’azienda, che caratterizzano la sua strategia e che sono la vera forza di una impresa. Con PassBuilder, la cui ultima versione è particolarmente orientata alla digitalizzazione, all’utilizzo del prodotto su dispositivi mobile ed è predisposta a tantissime funzioni, i nostri concessionari sono in grado di personalizzare il programma che può comunque continuare a subire gli aggiornamenti normativi, funzionali e tecnologici della casa madre poiché questi aggiornamenti vengono ereditati anche da tutte le implementazioni realizzate dai Partner.
Abbiamo inoltre realizzato PassStore, un market place dove i nostri distributori possono depositare le loro realizzazioni per metterle a disposizione non solo del singolo cliente ma di tutti i clienti che hanno esigenze analoghe. PassBuilder e PassStore rappresentano l’ultimo tassello di quella che è da sempre la strategia Passepartout: crescere grazie all’innovazione tecnologica, mettendo al centro della nostra strategia i nostri Partner
, non solo come distributori del nostro gestionale ma, da oggi, anche come co-produttori. Oggi, da un’azienda con circa 200 collaboratori possiamo dire di averne potenzialmente 2000 perché tutti i nostri concessionari possono sviluppare quella parte di software necessaria al cliente e che lo soddisfa al 100%”.