Panasonic collabora con B2M Solutions

593

La società fornirà ai propri clienti enterprise degli avanzati tool di analytics per migliorare le performance dei dispositivi mobili, aumentare la produttività e massimizzare il ROI






Panasonic Computer Product Solutions collaborerà con B2M Solutions, software company i cui prodotti sono destinati alla raccolta e all’analisi dei dati di utilizzo dei device aziendali, con l’obiettivo di ampliare la propria offerta di servizi.

Panasonic Toughbook Smart Service, powered by B2M Solutions, è una soluzione SaaS (Software-as-a-Service) scalabile e cloud-based, che darà alle aziende la possibilità di raccogliere e analizzare i dati dei dispositivi mobili, gestendone proattivamente e in tempo reale lo stato e l’utilizzo. Toughbook Smart Service offre visibilità sugli asset mobili di un’azienda, registrando, aggregando, analizzando e fornendo report sul comportamento dei device, per consentirne un migliore utilizzo e far sì che venga massimizzato il ritorno sugli investimenti. Il servizio permette di monitorare anche i dati relativi alle performance di rete, all’utilizzo delle applicazioni, ad eventi critici e all’autonomia, aiutando a individuare possibili miglioramenti per la produttività e il risparmio sui costi.

“Attraverso la nostra partnership con B2M Solutions saremo in grado di fornire ai nostri clienti una business intelligence reale e utile, raccolta in tempo reale direttamente dai loro dispositivi mobili sul campo – afferma Rob Blowers, GM di Panasonic Computer Products Europe -. Gli analytics sulle performance dei dispositivi mobili permetteranno alle aziende di identificare le cause delle diverse problematiche e di implementare azioni correttive. Una gestione degli alert in tempo reale permetterà un collegamento immediato agli eventi che li hanno generati, fornendo ai clienti la possibilità di trovare una soluzione ai problemi prima che questi diventino critici. I clienti potranno scegliere se gestire i propri asset tramite Toughbook Smart Service in maniera autonoma, oppure affidarne la gestione a Panasonic”.