La mobility promuove l’efficienza della sanità

543

Secondo un’indagine promossa da Aruba il mobile working nel settore sanitario genera produttività e soddisfazione maggiori nel lavoro






L’utilizzo della tecnologia mobile all’interno e all’esterno all’ambiente di lavoro genera un impatto positivo sulla produttività e sulla soddisfazione del personale che opera nel settore Sanità. Lo dimostra la ricerca effettuata dalla Economist Intelligence Unit (EIU) e promossa da Aruba, società Hewlett Packard Enterprise.

Dai risultati della ricerca si evince che quasi sei lavoratori su dieci (59%) affermano di essere maggiormente produttivi come conseguenza della tecnologia mobile mentre quasi metà (48%) esprime più soddisfazione quando vede che il proprio datore di lavoro instaura adeguatamente politiche di mobile working.

Anche se negli ultimi anni l’impiego di tecnologia mobile da parte dei dipendenti si è diffuso, alcuni ospedali limitano tuttora l’utilizzo di telefoni cellulari all’interno delle proprie strutture per timore di interferenze con le apparecchiature medicali. Il report suggerisce, tuttavia, che siamo arrivati a una fase oltre la quale la domanda di mobility da parte dei dipendenti non potrà più essere ignorata: quasi un terzo (29%) del personale sanitario intervistato dichiara che non lavorerebbe per un’azienda che impedisse l’uso di dispositivi mobili a scopo professionale.

Indagando i fattori che promuovono la produttività, la fidelizzazione verso l’azienda, la creatività e la soddisfazione del personale, il report EIU ha messo in evidenza una serie di importanti tendenze:

· il 39% ha dichiarato che l’impatto maggiore sulla soddisfazione professionale deriva dal poter lavorare ovunque e in qualsiasi momento

· il 38% del personale ha sottolineato che la possibilità di collaborare efficacemente si riflette in modo importante sulla propria creatività lavorativa

· il 31% considera la libertà di lavorare da qualsiasi punto della struttura come l’elemento di maggior impatto sulla fidelizzazione verso l’azienda.

Lo studio ha rilevato, inoltre, che un ambiente ottimizzato per il mobile working fa sentire il personale sanitario maggiormente fidelizzato (36%) e creativo (41%) nel proprio lavoro.

È interessante notare che quasi metà (47%) del personale sanitario ha valutato l’utilizzo della tecnologia mobile da parte delle rispettive aziende a livello ‘buono’ o ‘pionieristico’. La ricerca ha, tuttavia, riscontrato che vi è spazio di miglioramento.

Otto grandi strutture sanitarie su dieci non prevedono attività di formazione che spieghino come utilizzare i dispositivi mobili in maniera più efficace per il lavoro mentre il 68% non mette a disposizione del personale strumenti di collaborazione digitale per dispositivi mobili come Slack o Gchat.

“Il settore sanità è sempre stato caratterizzato da innovazione e apertura distinguendosi per essere l’avanguardia della rivoluzione della tecnologia mobile, attraverso dispositivi wearable e app per il fitness personale che offrono informazioni senza precedenti sulla salute dei pazienti; dall’altra parte, si distingue anche per la domanda decisa di migliori pratiche di mobile working per il personale – commenta Jon Moger, Senior Director di Aruba -. Questi risultati indicano che il comparto sanità ha una concreta opportunità non solo di aumentare la soddisfazione dei dipendenti ma anche di migliorare il servizio erogato al pubblico. Per raggiungere questo obiettivo, le aziende devono offrire le attività di formazione e gli strumenti necessari a espandere la crescente forza lavoro mobile al loro interno”.