Lavoro agile: il 2017 è l’anno della svolta?

818

Le tendenze che per Polycom impatteranno di più sulle dotazioni tecnologiche in azienda






A cura di Polycom

Il settore della tecnologia sta cambiando focus; il concetto di posto di lavoro è in continua evoluzione e si è oramai affermata la consapevolezza che i dipendenti devono avere a disposizione soluzioni di collaborazione efficaci e immediate, ovunque si trovino (che siano nella sala riunioni dell’ufficio o fuori sede).

Le nuove soluzioni tecnologiche lanciate durante l’anno scorso hanno reso la collaborazione più facile e più produttiva. Tema ancor più rilevante, è che le nuove soluzioni stanno trasformando l’impatto della collaboration sulle organizzazioni aziendali in tutto il mondo.

Dopo un 2016 in continua evoluzione, Polycom, fornitore di soluzioni di collaborazione sul posto di lavoro, prevede che il 2017 sia l’anno in cui la video collaboration, diventata a pieno titolo parte di un’esperienza di collaborazione integrata, vestirà un ruolo importante nell’innovazione del posto di lavoro. Insieme alla collaborazione-video, che viene più ampiamente adottata e utilizzata in una varietà di scenari (non solo quindi nelle riunioni), di seguito, ecco le 3 tendenze che, Polycom, insieme all’analista MZA Limited, considera determinanti per l’impatto che avranno nel 2017 sulle dotazioni tecnologiche in azienda.

1. Impatto sulle aspettative degli utenti

Le aspettative di ogni lavoratore, in termini di user experience, facilità d’uso e accesso da qualsiasi luogo sono fortemente influenzate dalla sua stessa esperienza in qualità di utente finale. A seguito di una più diffusa accessibilità di questi strumenti a livello consumer, stiamo constatando, anche in ambito business, una conseguente maggior richiesta di tecnologie più smart, più facili da usare e più affidabili. Come previsto già nel 2016, i millennial fanno la loro parte e contribuiscono a questo cambiamento. Nel momento in cui la tecnologia consumer diventa accessibile e affidabile, i “prosumer” di tutte le età devono poter fare praticamente qualsiasi cosa con il loro dispositivo mobile. La realtà aumentata, le interfacce intuitive, facili da usare, installare e adattare, i dispositivi wearable, il riconoscimento vocale e l’accesso fingerprint sono già ampiamente adottati nella vita di tutti i giorni, quindi, perché non diffondere queste tecnologie anche in ambito business? Nel 2017 prevediamo un cambiamento nella tecnologia di comunicazione business – le aziende sono ormai consapevoli che l’audience è una, ed è la stessa. Sulla base di questa considerazione, prevediamo che molti più vendor offriranno interfacce più facili da usare, app semplificate e intelligenti, soluzioni cloud-based e gli strumenti più intuitivi per soddisfare le aspettative del mondo consumer.

2. Sicurezza e agilità

Una cosa che le aziende e il business in generale devono aggiungere alla lista delle loro priorità per il 2017 è la sicurezza ‘agile’ – o più nello specifico, dovranno garantire che la sicurezza sia tanto agile quanto deve esserlo la tecnologia. La sicurezza IT è ancora mission critical, pertanto continuerà a evolvere per andare incontro alle richieste di workplace e workspace sempre più dinamici. Stiamo già assistendo all’adozione di pratiche quali blockchain e data encryption, che in qualche modo vanno a prevenire la manomissione di dati di individui e aziende. Con la diffusione di soluzioni cloud-based e l’aumento di attacchi informatici via video e audio, un approccio più analitico e una sicurezza multilayer sono elementi a cui le aziende dovrebbero pensare da subito, a livello di prevenzione.

3. Lavorare ovunque

A fine 2016, il 60% dei lavoratori traeva benefici dal lavoro agile supportato dalle aziende che già percepivano la necessità di reagire più rapidamente ai cambiamenti di mercato. Con il crescere dell’importanza che benessere e consapevolezza assumono sul posto di lavoro, riteniamo che nel 2017 aumenterà ancora di più la richiesta di adottare approcci e tecnologie che favoriscano il lavoro da remoto.

Assumere e trattenere talenti rimane ancora una sfida chiave per molte imprese. Le aziende che offrono maggiore flessibilità e favoriscono la cultura del lavoro agile, avranno sempre una marcia in più. Ecco perché i manager dovranno supportare e incoraggiare i loro dipendenti a passare da una cultura di ‘presenzialismo’ a un orientamento che sposi il lavoro flessibile, senza confini spazio/temporali.

Prioritario per raggiungere il successo in questo frangente sarà offrire ai dipendenti i giusti strumenti di collaboration che li abilitino a lavorare senza difficoltà nelle varie aree geografiche. Tutte le aziende hanno soluzioni di conferencing – i telefoni stessi lo sono – ma con il diffondersi del lavoro flessibile diventa necessario dotarsi di soluzioni più complete.

Sono già stati fatti notevoli passi avanti nello sviluppo di tecnologie video, audio e di condivisione di contenuti e il trend è destinato a crescere visto che utenti e organizzazioni puntano a implementare soluzioni di collaboration sempre più efficienti e in grado di favorire lo sviluppo della cultura del lavoro agile sia prima che dopo l’esperienza del meeting.

Sono stati fatti passi avanti incredibili grazie alla tecnologia cloud che ha reso possibile lavorare da qualsiasi luogo, in qualsiasi momento, rendendo la collaboration immediata e più produttiva tra colleghi, ovunque si trovino, e senza sacrificare l’equilibrio tra lavoro professionale e vita privata. Dal punto di vista tecnologico, vedremo sicuramente alcune importanti innovazioni nella video-collaboration nel 2017. E dal punto di vista del benessere? Possiamo dire che quest’anno finalmente troveremo il giusto equilibrio lavoro-famiglia di cui tutti noi siamo alla ricerca?

Il 2016 sarà indubbiamente ricordato come un anno particolarmente vivace per il clima politico ed economico. Per le aziende, questo significa, ora più che mai, che è necessario adottare un approccio più agile e flessibile per rispondere meglio ai cambiamenti negli ambienti giuridici in tutto il mondo.

“Individuando come obiettivi ultimi di qualsiasi azienda ottimizzare le attività, aumentare la produttività, mettere in atto un processo decisionale più rapido e più efficace, la scelta di adottare soluzioni di collaborazione che consentono un’efficace comunicazione interna ed esterna risulta la via più saggia – dichiara Stephanie Watson di MZA Limited -. Il 2017 è l’anno in cui ci aspettiamo grandi innovazioni in merito alle soluzioni di team collaboration. Sfruttando i benefici generati dai miglioramenti a livello di contenuti, video e messaggistica, sarà possibile sviluppare soluzioni intuitive, facili da usare e che a loro volta possano guidarne una più ampia adozione, per un lavoro più efficace al fine di raggiungere risultati di business tangibili”.