Adobe Sign abilita la firma digitale basata su cloud e standard aperto

691

La soluzione integra la scansione dei documenti da mobile, automatizza i flussi di lavoro ed estende la firma digitale a più dispositivi

Adobe ha presentato la prima soluzione per la firma digitale basata su cloud e open-standard. Adobe Document Cloud e Adobe Sign abiliteranno su qualsiasi browser e dispositivo la firma digitale, ossia la tipologia più avanzata e sicura tra le firme elettroniche, conforme per convalidare documenti che spaziano dai moduli dell’assistenza sanitaria alle richieste di mutuo. L’anteprima di Adobe Sign sarà disponibile già nelle prossime settimane.

Gli standard aperti spingono intere industrie in avanti, consentendo l’interoperabilità tra soluzioni altrimenti frammentate e aprendo la strada per un’adozione sempre più diffusa e capillare” ha dichiarato Bryan Lamkin, Executive Vice President and General Manager of Digital Media, Adobe. “Adobe ha avuto un ruolo da pionere nell’ambito delle firme digitali. Dopo avere ideato standard di successo come il PDF, siamo orgogliosi di avere ancora una volta offerto all’intera industry un nuovo standard aperto per la firma digitale su cloud, garantendo una customer experience di livello superiore.”

Inoltre, Adobe ha presentato una nuova funzionalità di Adobe Sign che consente agli utenti di creare flussi di lavoro end-to-end che vanno oltre i processi di firma e approvazione. Adobe Sign infatti ottimizza il flusso di documenti e di funzioni tra interi team di lavoro attraverso soluzioni mobile personalizzabili e facili da usare. Adobe Sign funziona ovunque, si integra con sistemi, processi e applicazioni utilizzate quotidianamente. Ora chiunque può convertire rapidamente e facilmente documenti stampati in formato digitale attraverso uno scanner mobile, condividerli tramite strumenti per la collaborazione o attraverso Microsoft SharePoint oppure inviarli via posta elettronica certificata.

Oggi è sempre più frequente trasferire i processi di business su cloud. È quindi fondamentale che le persone abbiano fiducia nelle informazioni e nei dati a cui accedono” ha spiegato Alan Lepofsky, VP e Principal Analyst di Constellation Research. “La firma digitale gioca un ruolo cruciale in questa dinamica, a patto che sia parte integrante del processo. Realizzare soluzioni per la firma elettronica basate su standard aperti in grado di funzionare su browser e dispositivi differenti, crea l’esperienza senza soluzione di continuità che le persone si aspettano.”