Buon compleanno, Illustrator!

705

Il celebre software per la progettazione grafica compie 30 anni






Il 1987 segnò l’inizio di una nuova era nell’editoria digitale e nel design. Un tool all’epoca poco conosciuto, chiamato Adobe Illustrator, trasformò radicalmente la progettazione grafica dando agli artisti la possibilità di creare e pubblicare illustrazioni vettoriali. Attualmente, oltre 6 milioni di immagini vengono create con Illustrator CC ogni mese. I risultati sono ovunque, dai cartelloni pubblicitari che costeggiano le strade alle confezioni dei prodotti in vendita al supermercato. Ma se Illustrator CC è qui oggi a festeggiare il suo trentesimo compleanno, il merito è tutto dei suoi utenti.

“Tutti ci dicevano, ‘Rovinerete la grafica di qualità, perché adesso chiunque potrà disegnare’. Ma con Illustrator, sono i migliori a emergere”, dice John Warnock, co-fondatore di Adobe. “La creatività è nel disegno. La creatività è nella persona che usa gli strumenti”.

Trent’anni fa, Illustrator CC diede agli artisti la libertà di creare grafica digitale precisa, perfetta e regolabile. Nel corso degli anni, ha continuato a rendere sempre più accessibile il design grafico. L’introduzione delle tavole da disegno ha reso possibile modificare le dimensioni delle immagini per adattarle alla stampa o alla visualizzazione su schermo. Angoli dinamici e forme dinamiche hanno introdotto la possibilità di manipolare le proprietà relative a larghezza, altezza e raggio dell’angolo direttamente sugli oggetti stessi.

Alcuni dei cambiamenti più significativi intervenuti nel corso degli anni sono tuttavia nati in risposta alle richieste degli utenti. La migrazione alla versione a 64 bit e il rendering tramite GPU, ad esempio, hanno reso quasi dieci volte più veloce il rendering delle immagini.

Il futuro è multicanale e multischermo

Oggi i consumatori accedono ai contenuti da una molteplicità di dispositivi, supporti e piattaforme. Gli utenti chiedevano un sistema efficiente per creare immagini adattabili a una gamma così ampia e diversificata di media. Per questo, l’anno scorso, Adobe ha introdotto la funzione di esportazione per schermi, che permette di salvare ed esportare grafica in più dimensioni e formati in un solo passaggio.

Strumenti di progettazione esperienziale per il Web

Gli utenti di Illustrator hanno bisogno di strumenti di design pensati non solo per la stampa, ma anche per un Web che è sempre più multischermo. La possibilità di scalare immagini Web su molteplici dispositivi è dunque essenziale. È per questo che Adobe è stato uno dei primi sviluppatori di grafica vettoriale scalabile (.SVG) per il Web e offre oggi la possibilità di esportare file .SVG da Illustrator grazie a un plugin.

Più recentemente, gli utenti hanno segnalato la necessità di gestire la prototipazione e l’impaginazione di esperienze Web complete. Per questo, gli sforzi dell’azienda si sono concentrati su Adobe XD, un tool che consente ai creativi di prototipare esperienze Web con una semplicità e una rapidità mai viste prima.

Collaborazione e mobilità nel cloud

Infine, gli utenti hanno richiamato l’attenzione su alcuni nodi critici nei propri flussi di lavoro. Condividere e preservare asset comuni – come grafiche, colori, stili di caratteri e guide di stile – comportava spesso lunghi scambi di e-mail o controlli costanti della versione su un drive di rete. Nel corso degli anni, il nostro team ha investito considerevoli risorse e tempo per giungere alla perfetta integrazione di Illustrator con Creative Cloud. Oggi, i creativi che usano Illustrator CC hanno una capacità senza precedenti di condividere, modificare e collaborare attraverso Creative Cloud.