Tech Data completa l’acquisizione della divisione Technology Solutions di Avnet

544

Si crea così un distributore It end-to-end con un’offerta diversificata per qualsiasi esigenza, dal Data Center al Living Room






Tech Data ha portato a termine l’acquisizione della divisione Technology Solutions di Avent, arrivando così alla creazione di uno dei più importanti distributori IT end-to-end a livello globale, in grado di offrire una gamma di soluzioni che spazia dal data center all’utenza domestica.

“Questo è un giorno memorabile nella storia della nostra azienda e siamo entusiasti di dare il benvenuto nella famiglia Tech Data ai nostri esperti colleghi di Technology Solutions – ha dichiarato Bob Dutkowsky, amministratore delegato di Tech Data -. La nostra nuova azienda combinata si trova perfettamente posizionata nell’epicentro dell’ecosistema IT, con una dimensione e una portata che le consentono di servire i più dinamici mercati in tutto il mondo, offrire ai nostri clienti l’accesso a un portafoglio completo di soluzioni IT e posizionare, in modo efficace, l’offerta dei nostri Vendor verso nuovi clienti e nuovi mercati. La cultura comune e i valori condivisi delle nostre aziende, così come il nostro impegno a fornire ai clienti un’esperienza di livello superiore, saranno le fondamenta della nuova Tech Data. Insieme saremo un’azienda ancora più forte, in grado di supportare i nostri partner di canale ora più che mai. Siamo certi che l’acquisizione di Technology Solutions rappresenta una combinazione vincente per i nostri clienti, fornitori e azionisti, così come per i dipendenti di entrambe le organizzazioni”.

L’integrazione di Technology Solutions amplia sensibilmente l’attività di distribuzione a valore aggiunto di Tech Data, migliorando la capacità dell’azienda di aiutare i propri partner a trarre profitto dalle tecnologie di nuova generazione, e aumentandone le opportunità di inserimento sul mercato grazie a competenze complementari, rapporti più estesi con i fornitori e nuovi clienti. La nuova entità aziendale combinata può contare su una diffusione geografica più vasta e bilanciata, che include una presenza nella regione Asia-Pacifico, un nuovo mercato per Tech Data. L’azienda ha attività in 40 paesi, con 14.000 dipendenti che servono circa 115.000 clienti in oltre 100 paesi.

La società ha inoltre annunciato la nomina della propria dirigenza esecutiva globale, così come di diverse nuove posizioni regionali e globali.

Riportano all’amministratore delegato Bob Dutkowsky:
Chuck Dannewitz, Executive Vice President, CFO
Rich Hume, Executive Vice President, COO
Beth Simonetti, Executive Vice President, Chief Human Resources Officer
John Tonnison, Executive Vice President, CIO
David Vetter, Executive Vice President, Chief Legal Officer

Riportano al COO Rich Hume:
William Chu, president, Asia-Pacific
Jaideep Malhotra, president, Global Computing Components
Joe Quaglia, president, Americas
Patrick Zammit, president, Europe
Els Demeester, corporate vice president, Integration
Michael Urban, corporate vice president, Strategy, Transformation and Global Vendor Management

Condizioni finanziarie

Il prezzo totale di acquisto alla chiusura della transazione è stato di circa 2,6 miliardi di dollari (soggetto ad alcuni aggiustamenti post-chiusura), che includevano 2,4 miliardi in contanti e 2.785.402 azioni di Tech Data, che costituiscono approssimativamente il 7,3% della totalità delle azioni ordinarie di Tech Data (dopo l’emissione delle nuove azioni). Tech Data ha finanziato la porzione in contanti del prezzo di acquisto mediante la combinazione di 1 miliardo di dollari proveniente dalla recente offerta pubblica del proprio debito, 1 miliardo di dollari in prestiti bancari a termine e il rimanente dalle proprie disponibilità liquide.

Si prevede che la transazione genererà un aumento graduale sensibile dei guadagni non-GAAP di Tech Data per singola azione durante l’intero primo anno. L’azienda si aspetta di ottenere un risparmio sui costi annuo di circa 100 milioni di dollari entro 24 mesi, a fronte di una spesa una tantum prevista per ottenere tali risparmi pari a circa 150 milioni di dollari.