Il Mondadori Megastore di via Marghera, a Milano, ospita l’arte del Premio Ricoh

661

Inaugurata al Mondadori Megastore di via Marghera, a Milano, la mostra “Premio Ricoh per giovani artisti contemporanei”. Le opere rimarranno esposte fino al prossimo 19 marzo






Il “Premio Ricoh per giovani artisti contemporanei”, progetto di responsabilità sociale nato nel 2010, è giunto alle fasi cruciali della settima edizione. Dal 9 al 19 marzo 2017, presso il Mondadori Megastore di via Marghera, a Milano, sono esposte le opere dei 21 artisti finalisti.

Come per le altre edizioni, il Premio è organizzato da Ricoh Italia in collaborazione con ArtRelation e con il patrocinio della Città metropolitana di Milano e del Comune di Vimodrone. Anche quest’anno agli artisti, tutti under 40, è stato chiesto di esprimere, Inaugurazione mostra Premio Ricoh_1attraverso le loro opere, i valori Ricoh riassumibili nella formula: “Lo sforzo verso l’innovazione, che semplifica la vita e il lavoro, salvaguardando nel contempo l’ambiente e in generale i principi della responsabilità sociale d’impresa”.  Il Premio Ricoh rappresenta per i giovani artisti un’occasione per esporre i propri lavori e farsi conoscere.

“L’importanza dell’iniziativa è dimostrata dalle sempre più numerose richieste di partecipazione provenienti da tutta Italia ed in particolare dal mondo della Accademie. Trovo la formula originale e vincente: l’arte fa da collante tra la cultura aziendale e la responsabilità sociale. Si genera un circolo virtuoso che dovrebbe costituire un paradigma per il modello del nostro Paese, il cui patrimonio artistico troppo spesso appare poco considerato da chi gestisce il business”, sostiene il presidente della Giuria Giorgio Grasso, coordinatore del padiglione Italia alla Biennale di Venezia del 2011 e curatore del Padiglione Armenia alla Biennale di quest’anno.  “Per progredire un Paese ha bisogno di innovazione e un aspetto fondamentale in questo percorso è la creatività, che in Italia ben si coniuga con l’arte e la cultura” – commenta Davide Oriani, CEO di Ricoh Italia. “I giovani – continua – sono i nostri interlocutori privilegiati. La settima edizione del Premio riconferma la nostra Inaugurazione mostra Premio Ricoh_3volontà di supportare la crescita dei giovani creativi consentendo loro di esprimere il proprio talento e di farsi strada nel mondo dell’arte incontrando altri artisti ed esperti”.

A questa edizione del Premio hanno aderito circa 500 giovani, coinvolti anche grazie alla collaborazione delle Accademie d’arte italiane e di numerose Scuole d’arte il cui intervento è stato determinante; nelle prime sette edizioni del Premio sono state 30 le Accademie che hanno svolto un ruolo attivo.  Le opere vincitrici si aggiungeranno alla collezione d’arte che Ricoh ha iniziato con le scorse edizioni e che è allestita presso la sede di Vimodrone (Milano).

Il catalogo che raccoglie le immagini delle opere finaliste è disponibile qui.