Fujitsu presenta le workstation CELSIUS

552

I nuovi modelli CELSIUS certificati per la realtà virtuale sono basati sulla più recente tecnologia grafica NVIDIA Pascal






Fujitsu ha introdotto due nuove workstation predisposte per la realtà virtuale (VR) basate sulle più recenti schede grafiche professionali NVIDIA. Alla propria linea di workstation VR-ready, Fujitsu ha infatti aggiunto i modelli CELSIUS W570power+, la più piccola workstation desktop del settore dotata di funzioni VR, e la workstation mobile da 17″ CELSIUS H970. Entrambi i sistemi sono studiati per fornire a designer, ingegneri e architetti un’ulteriore dimensione nel loro lavoro, permettendo di spostare i design 3D nella realtà virtuale, sia in ufficio che lontani dalla scrivania.

Anche se al momento sembra riguardare più gli appassionati di giochi online, la realtà virtuale conoscerà un importante sviluppo nel prossimo decennio. Secondo alcune stime, la VR lascerà presto il campo degli “early adopter o appassionati” per raggiungere anche utenti “pragmatici”, o il mercato di massa. Questa crescita può essere attribuita all’esperienza immersiva tridimensionale che la realtà virtuale è in grado di offrire, e che può essere applicata a ogni settore – dall’architettura all’engineering, dalla scuola alla sanità.

Un’edizione speciale della workstation CELSIUS W570, il modello W570power+, combina prestazioni e funzionalità all’interno di un innovativo design microtower. Con un volume di 21 litri, è quasi il 30% più compatto rispetto al modello precedente pur mettendo a disposizione gli stessi livelli di performance. Il sistema W570power+ è dotato di un massimo di tre moduli NVMe PCIe M.2, sette hard disk e scheda grafica VR-ready NVIDIA Quadro P4000 proponendosi come un dispositivo ideale per applicazioni BIM e CAD 2D/3D. In combinazione con visori HMD (Head-Mounted Display) come HTC Vive od Oculus Rift, gli utenti potranno vivere un’esperienza VR immersiva a bassa latenza e frame rate elevati.

Dedicato ai professionisti come architetti, ingegneri o progettisti che lavorano sul campo, la workstation mobile da 17″ CELSIUS H970 dà letteralmente vita ai processi di design permettendo di modellare realisticamente le immagini e alterare i progetti in tempo reale. Il modello CELSIUS H970 propone uno schermo di grandi dimensioni e connettività completa con due porte Thunderbolt 3, una porta DisplayPort di dimensioni standard e una porta VGA; le sue prestazioni sono simili a quelle di un desktop grazie alla scheda grafica NVIDIA Quadro P5000 con un massimo di 2048 core CUDA. Per facilitare gli interventi, i componenti sono accessibili attraverso lo sportello di servizio comodamente situato nella base del computer.

Ruediger Landto, Head of the Client Computing Devices di Fujitsu EMEIA, ha dichiarato: “La combinazione tra la realtà virtuale e le nostre potenti workstation apre la porta a numerose interessanti possibilità. Nonostante il mercato sta tendendo a sacrificare le dimensioni rispetto alle performance, noi continuiamo a puntare sulle workstation: ciò significa nessun compromesso in termini di prestazioni, affidabilità, possibilità di espansione, risparmio di spazio e funzionalità VR. La rivoluzione è appena iniziata. Sappiamo che la realtà virtuale è in grado di promuovere un processo di sviluppo olistico e migliorare molti passaggi della value chain, dal design all’engineering, dalla produzione alle operazioni e alla manutenzione”.

Bob Pette, Vice President of professional visualization di NVIDIA, ha commentato: “Per le aziende che puntano sull’adozione della realtà virtuale per migliorare la qualità dei prodotti e accelerare i workflow, Fujitsu e NVIDIA rendono tutto più semplice. Con la gamma completa di sistemi Fujitsu VR-ready, inclusa la prima workstation mobile da 17″ con schede grafiche Quadro P5000 e P4000, gli utenti possono creare e sperimentare la realtà virtuale ovunque si trovino”.