NAB Show: per Sony è tempo di “Beyond Definition”

769

All’edizione 2017 del NAB Show di Las Vegas, Sony ha presentato le ultime novità in fatto di imaging, High Dynamic Range, IP e soluzioni multimediali






Con l’intento di creare contenuti dinamici e di aumentare l’efficienza del workflow per una gamma di applicazioni e produzioni, Sony ha presentato al NAB Show 2017 le ultime novità in fatto di imaging, High Dynamic Range, IP e soluzioni multimediali.

Come spiegato da Richard Scott, Head of Media Solutions di Sony Professional Solutions Europe, in una nota ufficiale: «Si tratta di nuovi prodotti, di aggiornamenti dei prodotti attuali e di una gamma di soluzioni per il workflow in grado di soddisfare le esigenze sempre in evoluzione dei clienti, che vanno dal 4K live all’HDR passando per produzione IP Live, soluzioni multimediali, gestione degli asset e molto altro ancora».

In occasione della kermesse di Las Vegas, Sony ha, infatti, presentato prodotti e tecnologie relativi all’acquisizione delle immagini, tra cui system camera, acquisizione portatile, camcorder ENG, telecamere cinematografiche, telecamere con ottiche intercambiabili, produzione di eventi e produzione compatta. Inoltre, per quanto riguarda l’HDR, sono stati presentati telecamere e monitor professionali selezionati, mentre per la Produzione IP Live non sono mancanti server di produzione live e high frame rate e switcher, senza dimenticare soluzioni multimediali, che spaziano dalla gestione di asset multimediali al cloud, fino all’archiviazione.

Così, se i miglioramenti delle funzionalità HDR annunciati riguardano broadcast HD HDR Live e workflow Instant HDR, in merito alla tecnologia IP, sempre più adottata dai broadcaster di tutto il mondo per la sua comprovata capacità di fornire video, audio, segnali di sincronizzazione e controllo dati in qualità 4K live tramite un unico cavo di rete, Sony ha presentato le sue funzionalità IP end-to-end, in conformità con gli standard del settore come SMPTE ST2110, ST2059 e NMOS IS-04.

Nuove soluzioni per il workflow

Sempre il NAB è stata vetrina per presentare XDCAM Air, un servizio in abbonamento ENG basato su cloud che fa da ponte tra gli asset sul campo e l’infrastruttura della stazione, velocizzando la messa in onda. Dalla fase di ripresa a quella di post-produzione, XDCAM Air sfrutta la potenza del cloud computing e di XDCAM e consente ai cameraman e alle nuove troupe di lavorare con maggiore rapidità ed efficienza concentrandosi sulla storia che desiderano raccontare, con la telecamera integrata direttamente nel workflow.
La versione 1.0, il cui lancio è previsto per giugno, offrirà funzioni intelligenti come live streaming, compatibilità con XDCAM per dispositivi mobili e workflow di metadati. XDCAM Pocket è l’applicazione mobile di XDCAM Air che può trasformare uno smartphone in un piccolo camcorder ENG trasmettendo uno live streaming di qualità attraverso la rete LTE del dispositivo mobile utilizzando la modalità streaming QoS. XDCAM Air sarà interoperabile con la maggior parte dei principali sistemi di Sony e di terzi. Sony continuerà a sviluppare nuove funzionalità e workflow per XDCAM Air, ulteriori versioni supporteranno la gestione dei contenuti, il controllo migliorato dei dispositivi così come l’integrazione di modifica con NLE.

A sua volta, Media Backbone Hive gestisce tutte le fasi del workflow familiare, comprovato e fidato della produzione di news da cui dipendono migliaia di emittenti televisive. Vengono offerte applicazioni potenti e al tempo stesso intuitive per le operazioni di pianificazione, acquisizione, consultazione, editing, pubblicazione, riproduzione, archiviazione e gestione. La sua straordinaria realizzazione tecnica gli è valsa il prestigioso IABM Peter Wayne Award for Design and Innovation, mentre RTV Oost, broadcaster regionale dei Paesi Bassi, ha scelto Media Backbone Hive per semplificare la propria gestione delle news e renderla future-proof, diventando così il primo broadcaster regionale europeo ad aver introdotto la soluzione di produzione multimediale end-to-end di Sony.

Di suo, infine, Media Backbone NavigatorX offre una gestione di workflow e asset più semplice, rapida ed efficiente. Progettato per adattarsi a numerosi tipi di workflow moderni, consente agli utenti di gestire gli asset in una gamma di formati, con opzioni flessibili per la produzione, l’archiviazione e l’automazione del workflow.