LightningPRO: debutto storage “all-flash” per Thecus

288
Thecus LightningPRO SC180
Thecus LightningPRO SC180

Thecus Technology ha lanciato una nuova linea di batterie storage “all-flash” denominata LightningPRO. Nata per offrire produttività ottimizzata per gestire applicazioni business-critical in grandi imprese, la nuova serie comprende i modelli SC180 e SE300.
Entrambi dotati di connettività 10GbE, in grado di gestire oltre 700K IOPS e con funzionalità di protezione dei dati, gli ultimi dispositivi di storage vengono offerti alle aziende con otto o dieci unità a stato solido.

 

Thecus LightningPRO SE300
Thecus LightningPRO SE300

Nello specifico, il modello SC180 occupa un modulo 1U negli armadi standard e offre 360K IOPS in continuo attraverso 10 unità SSD SATA sostituibili a caldo. Il modello SE300 propone, invece, maggiore potenza, pur occupando comunque un solo modulo 1U. Grazie a otto SSD che utilizzano l’interfaccia NVMe si possono ottenere 700K IOPS per operazioni di scrittura in ordine casuale di 4KB, utili ad accelerare l’intero sistema.

Non a caso, Thecus utilizza la tecnologia software FlexiRemap di AccelStor, che riordina le operazioni di scrittura casuali trasformandole in traffico sequenziale per aumentare le prestazioni. Diversamente dagli algoritmi RAID, FlexiRemap riordina i dati ogni volta che questo rappresenta un vantaggio prima di passarli alla sottostante memoria flash, riducendo i cicli di programmazione/cancellazione dei chip di memoria fino al 150% rispetto alla tradizionale tecnologia RAID, evitando così sovraccarichi non necessari e allungando la vita delle SSD.
Questo permette alle aziende di eliminare i colli di bottiglia, raggiungere prestazioni inferiori al millisecondo e ottenere un miglior ritorno sull’investimento hardware.

Tra gli obiettivi dell’azienda ribaditi in una nota ufficiale da Florence Shih, General Manager di Thecus Technology: «Offrire allo storage di back-end velocità di lettura e scambio dati formidabili, così da rispondere alle esigenze espresse dalle aziende chiamate a gestire applicazioni ad alte prestazioni, come le infrastrutture virtuali o i database transazionali, e per le quali le prestazioni della nuova nuova serie di batterie LightningPROnon ha rivali».