Videoconferenza immersiva Orange nei camerini Melon Fashion Group

482

Orange Business Services ha creato un servizio cloud che utilizza la videoconferenza immersiva per far collaborare gli stilisti in Russia con il reparto produzione in Cina

Utilizza la videoconferenza immersiva il camerino di prova virtuale messo a punto da Orange Business Services per offrire ai designer dei brand di Melon Fashion Group la possibilità di collaborare da San Pietroburgo con i centri di produzione che si trovano in Cina.

In questo modo, gli stilisti dei brand Zarina, Love Republic e befree possono dialogare in maniera virtuale con il reparto globale di produzione lungo tutto il processo di progettazione e confezione dei vestiti, senza attardarsi sul programma di lavoro.

La società restava, infatti, spesso indietro di parecchie settimane perché doveva spedire i campioni dalla fabbrica agli stilisti per ogni valutazione interna in merito alla qualità del prodotto.

La soluzione di Orange ha così permesso a Melon Fashion Group di risparmiare questo tempo e di eliminare i costi di trasporto inutili. Oggi il cambio di tessuti e materiali può ora essere eseguito immediatamente, riducendo il rischio di prodotti di scarsa qualità, anche se la decisione finale verrà comunque compiuta dal vivo.

I dettagli della soluzione di videoconferenza immersiva

La soluzione di camerino virtuale di Melon è basata su Open Video Presence di Orange, con velocità video fino a 20Mbit/s. Il servizio di videoconferenza non richiede alcuna apparecchiatura specifica e gli utenti possono connettersi a una conferenza da qualsiasi dispositivo, incluso il cellulare, per visualizzare i risultati del fitting. Lo staff di progettazione e produzione può anche accedere alle informazioni anche quando la diretta online è terminata.

Per consentire agli stilisti di apprezzare appieno la qualità degli articoli testati, negli uffici sono stati installati 500 terminali RealPresence di Polycom dotati di telecamere ad alta risoluzione che supportano zoom ottici fino a 25x, rendendo facile distinguere anche i punti più minuscoli dei prodotti, come le cuciture o il dettaglio del tessuto. Di conseguenza, i designer di tutti e tre i marchi sono in grado di organizzare i test dei prodotti in Cina direttamente dalla Russia, utilizzando tablet e smartphone.

Secondo Alexey Morozov, CIO di Melon Fashion Group: «Il servizio di camerino virtuale basato su Open Video Presence ci ha permesso di ottimizzare il lavoro dei nostri stilisti e di tagliare i tempi di lancio sul mercato dei nuovi prodotti. Inoltre, non è stato necessario creare un server video, sostituito da comodi servizi cloud. Abbiamo intenzione di continuare la nostra migrazione verso i servizi cloud, che ci aiutano a ottimizzare i processi operativi e a ottenere un risparmio di costi».

Per Richard Van Wageningen, Vice Presidente Senior per l’Indiretto, Medio Oriente, Africa e Russia, Orange Business Services: «La nostra partnership con Melon Fashion Group dimostra l’efficacia dei moderni servizi cloud e come la tecnologia di videoconferenza può diventare parte del processo produttivo. Questo esempio innovativo mostra come la trasformazione digitale possa fare la differenza per il comparto manifatturiero, migliorando la collaborazione e la reattività tra team situati in diversi continenti».