Focus sui Paesi emergenti per l’ehealth di TBS Group

1321

L’azienda, che ha sede nell’AREA Science Park di Trieste, sta collaborando con le Istituzioni Pubbliche e alcune realtà private in India, nei Paesi asiatici e africani

Convinta che la tecnologia in campo medico possa diventare uno strumento fondamentale per garantire assistenza e cura alle persone nei Paesi in via di sviluppo, con costi contenuti, TBS Group sta collaborando con le Istituzioni Pubbliche e alcune realtà private in India, nei Paesi asiatici e africani per la costruzione e la gestione di strutture sanitarie moderne e del loro parco tecnologico.

La società italiana, che dall’AREA Science Park di Trieste progetta e gestisce servizi in outsourcing di ingegneria clinica e fornisce soluzioni integrate di Ict per rendere più sicura, efficiente ed efficace la gestione e l’utilizzo delle tecnologie biomediche e informatiche nelle strutture sociosanitarie, sia Pubbliche che private, ha partecipato al IFC Global Private Health Conference, tenutasi di recente a Barcellona alla presenza di oltre 500 esperti del settore healthcare, provenienti da 55 Nazioni.

L’evento, di cui TBS Group è stato Gold Sponsor, è stato l’occasione per discutere e analizzare l’Universal Health Coverage, ossia l’assistenza universale per i Paesi in via di sviluppo, e l’importanza della collaborazione del Pubblico con le aziende che operano in questo settore per la realizzazione di strutture sanitarie a supporto di un maggior numero di persone.

Nicola Pangher, TBS Group
Nicola Pangher, TBS Group

Come sottolineato nel suo intervento da Nicola Pangher, Direttore Generale delle operazioni estere di TBS Group: «I fattori che devono essere considerati sono costi adeguati alle disponibilità dei Paesi in via di sviluppo, tecnologia di alto livello e facilmente fruibile per raggiungere il maggior numero di pazienti e innovazione dei processi. L’uso corretto delle tecnologie mediche riesce a influenzare la qualità del servizio sanitario, impiegando allo stesso tempo minori risorse economiche».

Nei paesi BRICS il personale medico e infermieristico e le strutture non sono a oggi sufficienti per garantire assistenza a tutti. In India si stima manchino oltre tre milioni di posti letto e centinaia di migliaia di medici.