Canon raddoppia la produttività nella stampa digitale monocromatica

649

La serie varioPRINT 140 amplia il portfolio Canon di stampanti monocromatiche con una gamma ottimizzata dal controller Océ PRISMAsync 5

Canon ha annunciato una nuova serie di stampanti di produzione varioPRINT 140 che, disponibile da inizio estate, porta nel mercato della stampa digitale monocromatica il nuovo controller Océ PRISMAsync 5.
Basata sulla precedente serie varioPRINT 135, la nuova gamma offre opzioni di finitura e l’annullamento delle emissioni di ozono e nessuno spreco di toner distinguendosi anche per gli elevati livelli di sostenibilità ambientale offerti.

Messa a punto per stampare fino a 143 immagini al minuto sia “solo fronte” che “fronte/retro”, la nuova varioPRINT 140 si propone come stampante più veloce nei segmenti di produzione di medio e alto volume. Questa serie assicura volumi di stampa mensili pari a 800.000 copie, con picchi produttivi che possono raggiungere i 2,2 milioni di stampe A4 al mese: una produttività due volte superiore rispetto a quella della varioPRINT 135.

A completare l’offerta ci pensano i modelli varioPRINT 130 e varioPRINT 115, che assicurano rispettivamente velocità di 133 e 117 immagini A4 al minuto.

Per pianificare i progetti anche con 8 ore di anticipo

La nuova tecnologia Océ PRISMAsync 5 potenzia ulteriormente la produttività, consentendo all’utente di avvalersi del driver di stampa remoto per pianificare progetti anche con otto ore di anticipo.
L’operatore può, inoltre, scaricare l’app sul proprio smartphone o tablet in modo da ricevere in tempo reale le notifiche sul lavoro in corso ed eventualmente intervenire tempestivamente in caso di necessità. La produttività e l’operatività del dispositivo aumentano grazie alla possibilità di monitorare contemporaneamente fino a cinque stampanti collegate al server di stampa PRISMAsync.

PRISMAsync 5 offre nuove funzioni di imposition del documento: layout, rifilatura e copertina, l’interfaccia JDF/JMF integrata. A ciò si aggiunge l’importante ruolo svolto dal nuovo controller, che consente ai PSP e ai centri stampa aziendali di incrementare la sicurezza operativa grazie a un’interfaccia utente configurabile che include le funzionalità di accesso controllato, backup e ripristino.

Grazie alle accresciute capacità di output, la serie varioPRINT 140 permette di automatizzare la realizzazione dei lavori di stampa, avvalendosi di una ricca gamma di opzioni di finitura in linea: pinzatura, piegatura e pinzatura a sella, piegatura, foratura, inserimento, rilegatura e impilatura di alta capacità. Il nuovo Booklet Finisher W1 offre un’opzione di piegatura e pinzatura a sella destinata alla realizzazione di opuscoli, mentre il rinnovato Booklet Trimmer F1 amplia le capacità di rifilatura degli utenti. La nuova unità di foratura professionale riunisce la foratura A4+, A3 e A4 SEF in un unico modello ed è in grado di gestire supporti di grammatura fino a 300 g/m².

L’interfaccia Document Finishing Device (DFD) permette, inoltre, di collegare la stampante a dispositivi di finitura professionali di altre marche. La nuova stampante è dotata di un vassoio dedicato esclusivamente alla raccolta delle stampe e, quindi, privo delle funzioni di finitura, pensato per gli ambienti di backup e i piccoli centri stampa.

Infine, l’eco compatibilità di queste soluzioni è ulteriomente confermata dalla tecnologia HeatXchange che, riciclando il calore utilizzato per fondere il toner sul foglio, riduce il consumo energetico. La bassa temperatura di fusione consente, inoltre, di eseguire la stampa su un’ampia gamma di supporti.