Lenovo protagonista al VivaTech 2017 di Parigi

1180

Per il secondo anno consecutivo, Lenovo partecipa alla vetrina internazionale dell’innovazione con un ruolo di primo piano






Sarà Yuanqing Yang, CEO & Presidente di Lenovo, a tenere il discorso di apertura al Viva Technology 2017, vetrina dell’innovazione a livello mondiale che si tiene ogni anno a Parigi, tra imprenditori, startup e investitori.
Dopo il successo della scorsa edizione, Lenovo partecipa per il secondo anno consecutivo al VivaTech di Parigi con un ruolo di primo piano.
Oltre al keynote speech del suo presidente, sarà, infatti, protagonista dell’evento con conferenze, demo live dei nuovi prodotti, meet-up su innovazione e un concorso dedicato alla tecnologia Moto Mods di Motorola.

Nello specifico, in occasione della kermesse alla quale partecipano oltre 200 Paesi e per la quale è prevista la presenza di oltre 50 mila visitatori, tra cui 5 mila startup, 7 mila CEO e 1000 investitori, Lenovo metterà in mostra tutta la nuova linea di prodotti tra cui laptop, tablet, convertibili, detachable e smartphone, oltre a offrire demo dal vivo di prodotti e sessioni hands-on aperte al pubblico. Il programma prevede anche sessioni tematiche sui nuovi trend tecnologici e attività esperienziali dedicate ad alcune delle più importanti innovazioni di Lenovo, per dimostrare come rispondono alle esigenze dei clienti.

Il 15 giugno, al centro dell’intervento di Yuanqing Yang e di François Bornibus, Presidente di Lenovo EMEA, ci sarà il tema dell’innovazione con casi di successo della storia più recente, dall’evoluzione dei pc al concetto di “personal computing”, dal futuro della globalizzazione alla rivoluzione dell’intelligenza artificiale.

Il 15 e 16 giugno, Lenovo ospiterà diversi convegni tematici presso lo stand all’interno della Hall of Tech Partners (Hall 1, Booth J12), rivolti a startup e imprenditori. Elisabeth Moreno, General Manager e Presidente di Lenovo France, risponderà a quesiti come “Assistiamo alla fine dell’hardware o alla sua rinascita?” e “Quali sono le nuove sfide per le aziende di tecnologia come Lenovo?”. Barrie Rankin, Direttore Consumer Notebooks e Virtual Reality di Lenovo EMEA, sarà ospite di una tavola rotonda sul tema “Quando la realtà virtuale diventerà un prodotto di mercato di massa?”.

Da sempre impegnata sul tema della diversity in ambiente di lavoro, Catherine Ladousse, Executive Director of EMEA Communications Lenovo, sarà, invece, ospite di un panel il 15 giugno con esperti internazionali che discuteranno di come attrarre sempre più studentesse alla scienza e alla tecnologia (STEM). Inoltre, Catherine Ladousse sarà moderatrice di una sessione sul tema “Come e perché è importante promuovere la presenza femminile nelle STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica)” e il 16 giugno, presso lo stand Lenovo, si mostreranno i più recenti casi di successo di Lenovo e di altre aziende come Orange e Engie che si impegnano a colmare il divario di genere (#womenrock, #peoplematter).

Nel corso di VivaTech, Lenovo organizzerà ogni giorno sessioni con esperti su realtà aumentata e realtà virtuale, cloud e business del datacenter, e sul Moto Mods Developer Kit. In queste sessioni gli esperti di Lenovo offriranno la loro visione su ciò che il cloud rappresenta per la trasformazione digitale e spiegheranno i passi che gli sviluppatori possono intraprendere nello sviluppo dei Moto Mods che, compatibili con tutti i Moto Z, possono trasformare lo smartphone in un dispositivo completamente nuovo.

Da qui il contest “Transform the smartphone” con il quale Motorola lancia una sfida a sviluppatori e startup a immaginare nuove funzionalità per lo smartphone e nuove idee per i Moto Mods, mettendo in gioco la propria creatività.

Il 16 giugno una giuria presieduta da Jan Huckfeldt, Chief Marketing Officer di Motorola selezionerà le cinque migliori idee di Moto Mods proposte. Ciascuno dei cinque team selezionati riceverà un Moto Z e un Moto Mods Development Kit per realizzare il prototipo e potranno beneficiare di una campagna di crowdfounding con IndieGogo. Il vincitore finale sarà invitato a presentare il proprio prototipo di Moto Mod a un gruppo di manager e a un team di sviluppatori di Motorola presso la sede della divisione Mobility a Chicago, USA, e saranno inseriti nel Worldwide Accelerator Program.