Netgear pensa alla protezione dei dati per uffici fino a 40 dipendenti

620

Cinque livelli di protezione, accesso a ReadyCLOUD per una condivisione dei dati flessibile e a ReadyDR per il backup block-level. È quanto offre Netgear con il rilascio di ReadyNAS 6.7, il nuovo sistema operativo annunciato dal fornitore di soluzioni di networking domestiche e per le piccole e medie imprese.

Nello specifico, l’ultima versione del sistema operativo ReadyNAS basato su Linux 4 consente agli utenti di utilizzare una piattaforma completa, affidabile e dall’ottimo rapporto qualità-prezzo per il backup di file aziendali, database e macchine virtuali.

Il nuovo sistema operativo ReadyNAS 6.7 consente, inoltre, di eseguire la sincronizzazione automatica bi-direzionale tra diversi modelli ReadyNAS e lo storage dei dati offerto dai servizi cloud pubblici quali Amazon AWS, Amazon Cloud Drive, Dropbox e Google Drive. Questa caratteristica rappresenta la soluzione cloud ibrida ideale per le piccole e medie imprese per il back up e la sincronizzazione tra l’archivio locale e quello cloud e viceversa.

Archiviazione sicura sul cloud, backup e ripristino all-inclusive

Oltre a supportare la connessione ai servizi cloud più diffusi, entrambi i nuovi ReadyNAS dispongono anche di Netgear ReadyCLOUD, un archivio cloud VPN-based privato, immediato e sicuro, che permette di accedere a dati locali e remoti e condividere file senza costi aggiuntivi.

A sua volta, il sistema operativo ReadyNAS installa automaticamente ReadyDR (Disaster Recovery) per garantire la continuità aziendale con interruzioni minime in caso si verifichino calamità naturali. ReadyDR esegue backup block-level incrementali e programmati verso un altro ReadyNAS compatibile, garantendo una duplicazione in locale anche dei file di backup e database più grandi.

Due nuovi modelli da 6 e 8 bay per lo storage dei dati aziendali

Netgear ReadyNAS 426
Netgear ReadyNAS 426

Contestualmente, Netgear ha presentato al mercato anche l’espansione della serie ReadyNAS 420. In questo modo, all’interno della propria gamma ReadyNAS Networked Attached Storage vanno ad aggiungersi il nuovo ReadyNAS 426 da 6-bay e ReadyNAS 428 da 8-bay utili ad aumentare le prestazioni e la scalabilità delle attuali configurazioni a 2 e 4-bay.

I NAS della gamma ReadyNAS 420 garantiscono alte prestazioni, file server all-in-one, backup automatico per computer con sistema operativo Windows, Mac Linux, piattaforma remota e cloud a un ottimo rapporto qualità-prezzo-performance.

Netgear ReadyNAS 428
Netgear ReadyNAS 428

Già disponibile nelle configurazioni 2 e 4 bay, il nuovo modello a 6-bay (RN426) supporta fino a 60TB di archivio e quello da 8-bay (RN428) fino a 80TB. Rispetto ai modelli ReadyNAS 316, ReadyNAS 426 e ReadyNAS 428 si presentano con un design migliorato e offrono una trasmissione dati due volte superiore e una maggior velocità di crittografia dati (+50%).

Come riferito in una nota ufficiale da Richard Jonker, vice presidente della SMB Product Line Management per Netgear: «I modelli ReadyNAS 426 e 428 sono solo gli ultimi di una lunga serie di prodotti per l’archiviazione progettati da Netgear, a conferma del nostro obiettivo di fornire alle Pmi una protezione dati che sia la più solida possibile. Le aziende gestiscono una serie di dati riservati che devono essere archiviati in modo sicuro, come ad esempio informazioni sui clienti, registri di transazioni, buste paga, dati sullo sviluppo e marketing, e quindi necessitano di una soluzione che protegga da errori umani e guasti fisici, attacchi malware/virus e calamità naturali”.

ReadyNAS è l’unico NAS presente sul mercato progettato per piccole e medie imprese in grado di offrire una configurazione RAID 50 (RN426) e RAID 60 (RN428) che aumenta il livello di protezione dei dati e di performance in caso si verifichino errori di sistema. Questo miglioramento è dovuto alla presenza del nuovo sistema operativo ReadyNAS che consente di scegliere, in modo flessibile, tra diverse opzioni RAID – 0, 1, 10, 5, 6, 50 e 60 – per aumentare le prestazioni, l’affidabilità e la capacità di memoria. Il sistema operativo NAS aggiornato include anche un nuovo strumento di configurazione 3D che è stato progettato per aiutare gli utenti a configurare al meglio lo spazio d’archiviazione in linea con quelle che son le esigenze dell’azienda.

I nuovi modelli sono dotati del processore Intel Atom C3000 con una memoria DDR4 4GB per livelli elevati di throughput di rete che consente la condivisione dei file a livello enterprise e il back-up dei dati per piccole imprese, gruppi di lavoro e uffici fino a 40 dipendenti.

Entrambi i ReadyNAS 426 e 428 includono quattro interfacce di rete (GbE) con link aggregation per livelli elevati di throughput di rete e di protezione. Grazie alle due porte USB 3.0 è inoltre possibile eseguire back-up dei dati dallo smartphone o dalla videocamera in modo semplice e veloce. Inoltre, il design che caratterizza i modelli offre un aumento delle funzionalità di utilizzo, un miglior controllo termico e un’elaborazione più silenziosa.

Attraverso l’app mobile Netgear Insight, disponibile per dispositivi iOS e Android, è, infine, molto semplice installare, monitorare e gestire ReadyNAS.