Epson: le dimensioni dello schermo in classe sono importanti

460

I nuovi videoproiettori laser a ottica ultra-corta supportano Epson e il suo impegno per garantire un’istruzione uguale per tutti






Epson presenta i risultati della ricerca di mercato “Radius Global” relativa alla leggibilità dei contenuti visualizzati sugli schermi. La ricerca si è svolta a Singapore e nel Regno Unito nell’aprile 2017 e le misurazioni sono state effettuate in aule scolastiche di dimensioni standard, dotate di schermi da 70″.

Secondo lo studio, che conferma quanto già emerso in una ricerca analoga condotta lo scorso anno negli Stati Uniti, più del 50% degli studenti in ciascuno dei due Paesi ritiene che i contenuti visualizzati sugli schermi da 70″ siano difficili da leggere e oltre la metà sbaglia a trascrivere almeno un dato rispetto a quanto visualizzato.

“Lo schermo deve essere grande abbastanza da consentire a tutti gli studenti presenti in aula di leggere chiaramente i contenuti visualizzati”, ha dichiarato Carla Conca, Business Manager Visual Instruments di Epson Italia. “Le dimensioni, infatti, sono un aspetto chiave nella scelta dello schermo più adatto per l’uso in classe. Uno schermo adeguatamente dimensionato è fondamentale per il corretto apprendimento da parte degli studenti.”

I dettagli della ricerca

Lo studio è stato condotto nel Regno Unito su un campione di 119 studenti di età compresa tra 12 e 22 anni, suddivisi in gruppi da circa 30 persone ciascuno. Ad essi è stato chiesto di leggere i contenuti didattici (tra cui grafici e testi) visualizzati su uno schermo piatto da 70″ tra i più venduti sul mercato, posto in un’aula standard di 8,3×8,4 metri e di trascrivere sei valori: il 61% sbaglia almeno un dato. Uno studio simile è stato condotto a Singapore e ha fornito valori analoghi.

I risultati ottenuti supportano la validità della “regola 4/6/8” per quanto riguarda le dimensioni consigliate dello schermo. Questa regola, comunemente applicata dagli installatori e integratori di prodotti audio/video, aiuta a determinare le dimensioni corrette dello schermo in vari ambienti, tra cui aule scolastiche, sale conferenze e grandi spazi.

I videoproiettori laser a ottica ultra-corta migliorano la didattica

I risultati della ricerca sono stati pubblicati contestualmente alla presentazione da parte di Epson dei suoi videoproiettori laser a ottica ultra-corta di ultima generazione, progettati con l’intento di migliorare la qualità dell’insegnamento e l’apprendimento. Il nuovo videoproiettore laser a ottica ultra-corta Epson EB-710Ui, progettato tenendo in considerazione anche i suggerimenti degli insegnanti, sarà disponibile a partire dalla fine di ottobre e offre una migliore visibilità all’interno delle aule, per immagini in grande formato fino a 100″. Oltre allo schermo di grandi dimensioni, EB-710Ui si contraddistingue anche per la sua elevata luminosità, pari a 4.000 lumen, e per la risoluzione WUXGA, che consente di proiettare contenuti didattici di alta qualità. Il videoproiettore EB-710Ui, inoltre, utilizza il laser come sorgente luminosa per garantire prestazioni uniformi ed eliminare la necessità di sostituzione della lampada.

I videoproiettori laser 3LCD a ottica ultra-corta di Epson sono stati esposti in occasione di InfoComm 2017, fiera che si è tenuta a Orlando (Stati Uniti) dal 14 al 16 giugno.