EpiSensor fa crescere l’offerta IoT SmartForce di Tech Data

832

Con EpiSensor, Tech Data Europe espande la propria offerta IoT nel campo dei sistemi e dei sensori per i mercati Industrial e Smart Space

L’offerta di EpiSensor, produttore specializzato di sensori e sistemi correlati per gli ambienti industriali IoT è entrata nel listino di Tech Data Europe che ha aggiunto la piattaforma hardware per l’Industrial Internet of Things proposta dal vendor alla propria offerta Tech Data Europedi Tech Data.

Derivante dal ramo di attività Smart IoT Solutions, quest’ultima comprende un portafoglio di soluzioni end-to-end convalidate destinate a integratori di sistemi, Value added reseller e fornitori di servizi cui offrire strumenti utili a proporre rapidamente soluzioni e prodotti al mercato dell’IoT emergente.

In tal senso, la proposta di EpiSensor permette ai clienti di raccogliere dati con un’ampia gamma di sensori e infrastruttura wireless per una connettività di rete Internet of Things semplificata.

Come riferito in una nota ufficiale da Brendan Carroll, CEO di EpiSensor: «L’IIoT riguarda vendor specializzati che collaborano fra loro per fornire soluzioni combinate migliori di qualsiasi organizzazione. La nostra piattaforma è stata progettata per semplificare l’implementazione di soluzioni IIoT su larga scala che si basano su dati reali. Grazie alla possibilità di accedere all’ampia rete di clienti di Tech Data, non vediamo l’ora di mettere la nostra tecnologia a disposizione di un pubblico molto più ampio».

Per Andrea Massari, BU Director Next Gen & Dell/EMC di Tech Data Italia: «Stiamo investendo nelle aree della digital transformation per essere al fianco dei partner che vogliono sfruttare le numerose opportunità offerte dalle tecnologie di nuova generazione. L’accordo con EpiSensor e la sua potente piattaforma per lo IoT Industriale va in questa direzione. Il nostro obiettivo è sfruttare appieno le potenzialità dello IoT e offrire al canale italiano soluzioni innovative connesse che trasformino in modo concreto la visione dell’Internet of Things».