Sony vince una nuova gara RAI

762

I monitor OLED con la tecnologia OLED TRIMASTER EL saranno utilizzati da RadioTelevisione Italiana in molteplici ambienti di produzione

Sony si è aggiudicata una importante gara RAI per la fornitura di monitor OLED TRIMASTER EL di ultima generazione sviluppata per rispondere alle specifiche esigenze del mercato professionale.

Il contratto quadro della durata di tre anni prevede la fornitura di 271 monitor, di cui 151 BVM-E251 e 120 BVM-E171. Grazie alle avanzate prestazioni, i monitor OLED prodotti da Sony saranno utilizzati da Rai in molteplici progetti: nuovi studi di produzione, sedi regionali, mezzi mobili, messe in onda e post produzione.

Oltre a rappresentare il display di riferimento grado 1 per la qualità dell’immagine, i monitor a risoluzione HD, serie BVM-E251 e BVM-E171 di Sony offrono la prestazione High Dynamic Range tramite abilitazione della licenza. In questo modo RAI può mantenere il monitoraggio di segnali sia per le produzioni SDR sia per quelle in 4K-HD HDR. A differenza dei display a cristalli liquidi, i monitor OLED di Sony non necessitano di retroilluminazione poiché sono dispositivi a emissione intrinseca di luce che consentono, tramite la tecnologia Super Top Emission, la visualizzazione del “nero assoluto” e una riproduzione ad elevata gradazione dei colori a bassa luminosità. Questa loro caratteristica, insieme alla possibilità di poter gestire la luminosità di ogni pixel, permette di ottenere una dinamica d’immagine con elevato contrasto quale prestazione ideale per la riproduzione dell'HDR.

“Siamo orgogliosi che Sony abbia, ancora una volta, la possibilità di collaborare con Rai, dopo aver già vinto nel 2012 una gara per la fornitura triennale di monitor – ha dichiarato Benito Mari, Sales Manager Italy di Sony Professional Solutions Europe -. Le elevate prestazioni dei pannelli OLED di Sony, che assicurano immagini di altissima qualità, combinate con la sofisticata tecnologia TRIMASTER, hanno stabilito un nuovo standard di riferimento sul mercato, mostrando ancora una volta come Sony riesca ad alzare l’asticella in termini di prestazioni per il settore professionale”.