Avaya Edge 2018 mette la delivery cloud al centro e apre ai cloud integrator

1073

Il programma Avaya volto ad abilitare la delivery e la migrazione cloud dei clienti allarga a nuovi soggetti e rende disponibili nuovi vantaggi

Per differenziarsi sul mercato e permettere ai partner di trarre vantaggio dalla crescente domanda di servizi per le comunicazioni unificate e di contact center come servizio cloud per i clienti business, Avaya sta puntando su abilitazione di delivery, integrazione e gestione via cloud.

Sono questi i concetti al centro della strategia relativa al programma Avaya Edge 2018, che permetterà ai partner di essere pronti per trarre vantaggio dalla crescente domanda per i servizi UCaaS e CCaaS sviluppando le loro competenze cloud e beneficiando dei relativi profitti.

Un nuovo livello di partnership, tre specializzazioni
Nello specifico, l’estensione del programma apre le porte ai cloud integrator e conferma il focus Avaya sul business che proviene dalla nuvola. Questo nuovo livello di partnership permette ai partner di canale di raggiungere lo stato di Emerald, Sapphire o Diamond, anche puntando maggiormente sulle spese ricorrenti (OPEX).

Il programma offre, inoltre, tre tipologie di specializzazioni Cloud specialist, Avaya Delivery Partner o di Cloud Wholesaler – che permetteranno di differenziarsi sul mercato rispetto ai partner tradizionali e ai distributori, passando da un modello prevalentemente basato sulla spesa in conto capitale (CAPEX) e on-premise, a un modello OPEX e cloud.
Il tutto con un occhio attento sui benefit già esistenti, che andranno aumentati con l’aggiunta di nuove opportunità, come gli sconti cloud per i clienti più fidelizzati e la deal registration relativa ai nuovi clienti per supportare il successo dei partner in un mercato in costante evoluzione.

Per una migrazione al cloud che valorizzi gli investimenti già fatti
I partner di canale Avaya che intraprenderanno una partnership e una specializzazione sul cloud si posizioneranno tra gli operatori meglio equipaggiati per supportare i clienti a intraprendere un approccio ibrido nella migrazione verso il cloud e per fornire quei servizi aggiuntivi, richiesti per i servizi di comunicazione e collaborazione e strettamente integrati con altre applicazioni e processi aziendali.

Avaya ha, infatti, all’attivo una serie di piattaforme e applicazioni su cloud che offre attraverso i suoi partner di canale, cui la recente soluzione “Avaya Equinox Meetings Online”, un servizio basato su cloud di video conferenza e collaborazione, disponibile a livello globale solo attraverso i partner di canale Avaya Edge appositamente abilitati e autorizzati nei vari Paesi.

Come riferito in una nota ufficiale da Massimo Palermo, Country Manager, Avaya Italia: «Aiutare i clienti a ridurre la complessità delle loro infrastrutture e abilitare i partner ad aumentare la rilevanza per il business dei loro clienti sono fra le priorità che guidano lo spostamento del focus verso un modello di delivery on-demand e con spese ricorrenti come il cloud».