Con Webtrekk il cliente iper-connesso non è più un problema

564

Lanciato in Germania ma disponibile anche in altri mercati, Cross-Device Bridge consente di seguire gli utenti su molteplici device

Si chiama Cross-Device Bridge ed è un pool cooperativo di dati cross-device che consente alle aziende di seguire i propri utenti su molteplici dispositivi.
Lo ha messo a punto Webtrekk, affermata piattaforma di customer intelligence che ne ha annunciato la disponibilità in Germania e, su richiesta, in altri mercati.

Come funziona la piattaforma
Certificato a livello europeo, il primo pool di dati Cross-Device aiuta a comprendere gli utenti incrociando i dati dei loro dispositivi.
Diventa così possibile ottimizzare la customer journey prendendo consapevolezza del comportamento dei propri utenti su tutti i device.

Per avere a disposizione informazioni di utenti non loggati, le aziende possono condividere i propri dati scambiandoli con quelli delle altre aziende che aderiscono al progetto: Webtrekk mette a disposizione i dati utili in forma sicura e nel rispetto della legge sulla loro protezione.
Il Cross-Device Bridge di Webtrekk è, infatti, certificato “ePrivacy” e potrà dare alle imprese una visione Cross-Device completa dei propri utenti in conformità con la nuova normativa sulla protezione dei dati (GDPR) che sarà in vigore dal maggio dell’anno prossimo.

New-CEO-Wolf-LichtensteinCome spiegato in una nota ufficiale da Wolf Lichtenstein, CEO di Webtrekk: «Le aziende che aderiscono a Cross-Device Bridge traggono vantaggio dai dati di altre imprese in quanto tutti mettono a disposizione i propri insights nel pool. Diamo vita così alla prima coalizione europea».