Più potenza al canale distributivo di SELTA

1116

Scelta anche Omnia Comunicazione per uno sviluppo del business cloud di TIM

SELTA, produttore italiano di tecnologie e soluzioni per la Business Communications, potenzia il proprio canale distributivo e sigla una partnership strategica con Omnia Comunicazioni, società di consulenza, system integration e outsourcing per sviluppare congiuntamente il business legato alle soluzioni di comunicazione integrata smart di TIM.

L’accordo ha l’obiettivo di mettere a disposizione di TIM non solo le proprie competenze, esperienze e soluzioni nell’area della Unified Communications e Collaboration, ma anche quelle di Omnia Comunicazioni, per supportare al meglio lo sviluppo della infrastruttura di rete di TIM, in particolare in Lombardia, Piemonte, Valle D’Aosta, Liguria, Triveneto ed Emilia Romagna. Le risorse di SELTA e Omnia Comunicazioni opereranno a stretto contatto con le strutture di TIM impegnate nella vendita e nella progettazione delle soluzioni di smart working in questi territori.

Per SELTA, questo accordo riveste una ulteriore importanza in quanto sancisce l’apertura del canale distributivo della società: Omnia Comunicazioni infatti è la prima nuova società ad entrare nell’ecosistema di partner che SELTA sta selezionando per affiancarla nella commercializzazione delle sue soluzioni in ambito ICT.

“Grazie alla partnership strategica con Omnia Comunicazioni – commenta Gianluca Attura, amministratore delegato di SELTA -, SELTA rafforza e amplia la propria offerta a supporto dello sviluppo in area Comunicazione Integrata di TIM. Omnia Comunicazioni opererà in ambito progettuale, di vendita e post vendita al fianco delle risorse SELTA, al fine di garantire il massimo supporto operativo a TIM”.

SELTA è da anni tra i principali fornitori di TIM anche per le soluzioni d’accesso della rete broadband. Tra i più recenti prodotti sviluppati da SELTA c’è la piattaforma BRAVO, la Service Delivery Platform che implementa il nuovo concetto di UCoE (Unified Communications of Everything) unendo servizi di UCC a quelli tipici del mondo IoT.