Oltre 6.000 partecipanti al Tosm

Superate tutte le previsioni, sia dal punto di vista dei visitatori sia da quello degli incontri B2B, malgrado il momento economico ancora difficile.

Più di 6.000 partecipanti, 3.500 incontri B2B, 24.700 visitatori sul sito, 1.200 utenti alla community online: sono i numeri della terza edizione del Tosm, il salone dell’Ict che si è tenuto a Torino. Tosm, promosso da Camera di Commercio di Torino e Gruppo Ict dell’Unione Industriale di Torino, è stato realizzato con il contributo organizzativo di Fondazione Torino Wireless e il supporto tecnico del Centro Estero per l’Internazionalizzazione (Ceipiemonte), Think Up, Unimatica di Api Torino e Cna.

Nel 2009 il Tosm aveva avuto oltre 3.000 visitatori, 60 seminari a cura delle aziende e 12 operatori europei presenti durante la manifestazione. Quest’anno l’incremento è stato possibile anche grazie alla formula scelta che ha privilegiato l’incontro diretto tra sistema di offerta e clienti. L’obiettivo, infatti, era regalare agli espositori una fitta agenda di “appuntamenti”.

Una formula rinnovata che, come hanno riconosciuto anche i partecipanti, posiziona Tosm tra gli eventi B2B più importanti del settore. Negli 83 meeting, tra convegni, seminari e workshop, si è parlato di green economy, amministrazioni e cittadini digitali, turismo e servizi innovativi per la digital economy. 18 Ict manager internazionali – operanti nei settori industriali, retail, bancario, system integration provenienti da Albania, Bielorussia, Corea, Emirati Arabi, India, Israele, Perù, Polonia, Regno Unito, Spagna e Svizzera – invitati da Ceipiemonte nell’ambito di Think Up, hanno avuto oltre 300 appuntamenti. Il cuore pulsante della manifestazione e simbolo dell’innovazione è stato la Media Plaza, centro multimediale affollato dai visitatori per assistere alle interviste radio e video. Tosm continua sulla community online, lo spazio virtuale dove 1.200 partecipanti hanno già iniziato a interagire durante l’evento condividendo informazioni e contenuti e dove saranno resi disponibili tutti i materiali.

Silvia Viganò