Jabra, il successo delle nuove comunicazioni passa dal canale

Le cuffie e i sistemi audio come parte integrante e strategica di soluzioni di Unified Communication. Jabra rilancia la sua strategia basata sulle partnership sia con grandi vendor sia con piccoli operatori locali. Focus sul canale indiretto

Nuove comunicazioni… audio, voce, video e dati che convergono al centro del protoccolo IP. Un’evoluzione costante e, soprattutto, promettente sia a livello di efficienza sia a livello di ottimizzazione dei costi per aziende di ogni forma e dimensione. E’ la nuova era dell’Unified Communication, l’era delle comunicazioni integrate che, in Italia, stanno progressivamente prendendo piede. C’è ancora molto lavoro da fare però soprattutto a livello di sensibilizzazione e formazione dei manager e del personale aziendale. Lo sa bene GN Netcom che grazie al suo marchio Jabra, è il produttore numero uno al mondo di innovative soluzioni audio a mani libere.

“In Italia – racconta Adriano Palomba, country manager per l’Italia della società – la diffusione delle cuffie nell’ambito della comunicazione aziendale non è attualmente rilevante. Occorre dunque sensibilizzare il top management per far comprendere come le nostre soluzioni possano migliorare la produttività. Siamo ottimisti e ci aspettiamo una forte crescita del mercato nei prossimi 2-3 anni. L’Unified Communication e il successo delle nostre soluzioni sono entrambi basati sull’esperienza degli utenti che, una volta testati i prodotti si rendono conto di quanto sia determinante una corretta esperienza audio nelle attività di comunicazione quotidiane. Per quanto possa essere performante un sistema di comunicazione du IP, se l’audio non funziona correttamente rischia di saltare l’intero progetto”.

Un mercato strategico dunque ma anche molto delicato che la multinazionale danese ha deciso di approcciare attraverso il rilancio di partnership con solossi del settore come Microsoft, Cisco, Alcatel-Lucent, Telecom Italia ma anche con realtà più locali come Voismart e Infomaster. Non solo, da tempo la società ha varato una chiara politica di mercato basata, al 100 per cento sul canale indiretto. Jabra infatti arriva sul mercato italiano attraverso 5 distributori e una serie di Var focalizzati sul cliente finale e sull’ottica di servizio.

Il team di Jabra Italia si occupa poi di contattare direttamente call center o aziende che possano essere ricettive alla proposta commerciale del marchio danese.

A livello di soluzioni, importante è il successo che sta conoscendo un prodotto come Jabra SPEAK 410, “un vivavoce personale rivoluzionario – spiegano dalla società -, che può essere usato in ogni momento e in ogni luogo, offrendo una qualità del suono e un design superiori a quelli tradizionali.

“Le dinamiche di lavoro stanno rapidamente cambiando e le persone si muovono costantemente tra gruppi di lavoro in vari luoghi dell’azienda o lavorano da casa, in hotel o anche in un aeroporto,” dichiara Soeren Christensen, Vice President Jabra Product Management.

Con l’intuitiva tecnologia plug-and-play Jabra SPEAK 410 impiega solo pochi secondi ad avviare un incontro virtuale semplicemente attraverso l’inserimento nella porta usb integrata di un laptop o di un computer e l’utilizzo di un servizio VoIP o di una soluzione di Unified Communication.

Soeren Christensen continua: “la connessione tra le persone in movimento è la chiave per un business di successo in un mondo globale e sempre più digitale. Jabra SPEAK 410 aiuta ad ottimizzare la produttività permettendo conference call one-to-one e di piccoli gruppi in ogni momento e in ogni luogo”