Il bilancio di Smau Business

L’edizione 2012 del roadshow – che ha toccato le città di Bari (febbraio), Roma (marzo), Padova (aprile) e Bologna (giugno) – ha messo in evidenza come imprenditori e manager siano decisi ad aumentare la competitività e le Amministrazioni locali sempre più vicine ai cittadini.

Chiusa la tappa di Bologna, Smau ha fatto il bilancio del tour che ha fatto tappa nei distretti più dinamici e ricchi di imprenditorialità – Bari, Roma, Padova e Bologna – e ha presentato agli oltre 17.000 visitatori presenti soluzioni concrete in grado far crescere la competitività delle imprese, raccontate dai grandi protagonisti del comparto come Adobe, Cisco, Fujitsu, Google Enterprise, HP e Amd, Ibm, Infor, Intel, Microsoft, Olivetti, Sap, Telecom Italia, Xerox Zucchetti, affiancati dai propri business partner del territorio.

«Questi sei mesi trascorsi “a casa” delle imprese italiane – ha commentato Pierantonio Macola, amministratore delegato di Smau – ci permettono di tracciare il quadro di una situazione in profonda trasformazione che vede le imprese sempre più orientate a investire in tecnologie digitali che permettono di contenere i costi, aumentare la flessibilità e ottimizzare le risorse interne e quindi favorire la crescita della competitività sul mercato. Mi riferisco a soluzioni come il cloud computing, le unified communication, i servizi online e in mobilità, la dematerializzazione dei documenti e la fatturazione elettronica, al centro dell’offerta espositiva di tutti i player presenti durante Smau Business Roadshow e oggetto degli oltre 250 momenti formativi e informativi a cura delle più autorevoli scuole di formazione manageriale, come Sda Bocconi e la School of Management del Politecnico di Milano e di società di consulenza come Gartner, che si sono tenuti nelle quattro tappe e che hanno avuto come obiettivo quello di fornire spunti concreti su come queste tecnologie possono adattarsi alle singole realtà aziendali».

Tra le iniziative di maggior successo, Smart City Roadshow (realizzata in collaborazione con Anci) ha permesso, attraverso un evento istituzionale che si è svolto nelle diverse città, di mettere a confronto i principali attori, pubblici e privati, attivi in ambito Smart City e di mettere in luce le numerose iniziative emergenti in Italia in tema di efficienza energetica e salvaguardia dell’ambiente, edilizia sostenibile, turismo e valorizzazione del territorio, telemedicina e molto altro, approfondendo numerose best practices. L’iniziativa ha inoltre dedicato ampio spazio al tema dei finanziamenti ai progetti approfondendo le modalità attraverso cui saranno erogati i fondi messi a disposizione dal Miur.

Il tour è stato quindi un’officina che ha permesso di testare e di consolidare le iniziative che saranno proposte a livello nazionale dal 17 al 19 ottobre in occasione di Smau Milano. L’evento autunnale dedicato alle tecnologie digitali si prepara ad accogliere gli oltre 50.000 imprenditori e manager attesi.

 

Silvia Viganò