Per la società il Q2 dell’anno fiscale 2012 è stato il decimo trimestre consecutivo di crescita a doppia cifra per ricavi, profitti e utile per azione.

Emc ha reso noto di aver ottenuto, nel secondo trimestre dell’anno fiscale 2012, ottimi risultati, registrando per il decimo quarter consecutivo una crescita a doppia cifra anno su anno per ricavi consolidati, utile netto e utile per azione. Emc prevede di raggiungere in pieno i target dichiarati per l’intero 2012, in tema di ricavi consolidati, utile per azione non-Gaap e flusso di cassa disponibile.

I ricavi consolidati del secondo trimestre sono stati pari a 5,31 miliardi di dollari, in aumento del 10 per cento rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. L’utile netto Gaap del secondo trimestre è aumentato del 19 per cento anno su anno e ha raggiunto la cifra di 650 milioni di dollari. L’utile netto Gaap per azione del trimestre è stato di 0,29 dollari, in crescita del 21 per cento rispetto allo stesso trimestre dell’anno passato. L’utile netto non-Gaap per azione del trimestre è stato di 0,39 dollari, in aumento dell’11 per cento rispetto allo stesso trimestre del 2011.

Nel trimestre, Emc ha generato un flusso di cassa operativo di 1,24 miliardi di dollari e un flusso di cassa disponibile di 958 milioni di dollari, in aumento rispettivamente del 16 per cento e 36 per cento anno su anno. Inoltre, l’azienda è stata in grado di estendere significativamente le percentuali di margine lordo e di margine operativo, Gaap e non-Gaap, rispetto all’anno precedente, chiudendo il trimestre con 10,9 miliardi di dollari, tra cassa e investimenti.

I ricavi consolidati generati nel secondo trimestre da Emc negli Stati Uniti sono stati di 2,9 miliardi di dollari, con una crescita del 14 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e rappresentano il 54 per cento del fatturato complessivo dell’azienda. I ricavi generati fuori dagli Stati Uniti sono aumentati del 5 per cento, arrivando a 2,5 miliardi di dollari e rappresentando il 46 per cento del fatturato complessivo del secondo trimestre.

Silvia Viganò