Symantec è sempre solida

Il primo trimestre dell’anno fiscale 2013 si è chiuso con un fatturato Gaap di 1,668 miliardi di dollari e ricavi differiti pari a 3,745 miliardi di dollari.

Symantec ha reso noti i dati del primo trimestre dell’anno fiscale 2013 che si è chiuso con fatturato calcolato sulla base dei principi contabili generalmente riconosciuti (Gaap) pari a 1,668 miliardi di dollari, in crescita dell’1 per cento anno su anno e del 4 per cento dopo gli adattamenti valutari.

Il margine operativo Gaap è stato pari al 16,1 per cento, rispetto al 18,3 per cento dello stesso trimestre dello scorso anno, mentre il guadagno netto Gaap è stato di 172 milioni di dollari, contro i 191 dello stesso periodo dell’anno fiscale precedente.

Il fatturato Gaap differito si è attestato su 3,745 miliardi di dollari rispetto ai 3,689 miliardi di dollari dell’1 luglio 2011, con un incremento del 2 per cento anno su anno e un +5 per cento dopo gli adattamenti valutari.

Durante il trimestre, il segmento consumer di Symantec ha rappresentato il 31 per cento del fatturato totale con un decremento anno su anno dell’1 per cento (+2 per cento considerando l’adattamento valutario). Il segmento sicurezza e compliance ha rappresentato il 30 per cento del totale del fatturato, con una crescita del 7 per cento anno su anno (+10 per cento considerando l’adattamento valutario). Il segmento storage e server management ha rappresentato il 35 per cento del fatturato totale con un decremento del 2 per cento anno su anno (+1 per cento considerando l’adattamento valutario). I servizi hanno rappresentato il 4 per cento del fatturato totale, con una diminuzione del 2 per cento anno su anno (+1 per cento considerando l’adattamento valutario).

Nel primo trimestre dell’anno fiscale 2013, il fatturato internazionale ha rappresentato il 51 per cento del fatturato totale, con tasso di crescita flat anno su anno (+6 per cento considerando l’adattamento valutario). La regione Emea ha rappresentato il 26 per cento del fatturato totale, con una diminuzione anno su anno dell’8 per cento (+3 per cento considerando l’adattamento valutario). Il risultato finanziario delle regioni Asia Pacifico e Giappone nel trimestre ha rappresentato il 19 per cento del fatturato totale, con un aumento anno su anno del 9 per cento (+10 per cento considerando l’adattamento valutario). Le Americhe – inclusi gli Stati Uniti, l’America Latina e il Canada – hanno rappresentato il 55 per cento del fatturato totale, con un incremento del 3 per cento sulla base dell’attuale aggiustamento valutario.

Symantec ha anche annunciato che Enrique Salem, presidente e Chief executive officer, si è dimesso con decorrenza immediata e che il Consiglio di Amministrazione ha nominato Steve Bennet presidente e Chief executive officer, in aggiunta al suo ruolo di chairman del board. Bennett è entrato a far parte del CdA di Symantec a febbraio 2010 diventandone presidente nel 2011.

 

Silvia Viganò