Ideale per applicazioni nel settore del digital signage, del controllo e della sorveglianza, il DS61 offre un’elevata potenza di calcolo in un formato compatto con un prezzo “raggiungibile”.

Shuttle Computer ha annunciato il lancio di una piattaforma pc particolarmente robusta per processori Intel. Si tratta del modello DS61, con il quale è possibile realizzare applicazioni sinora disponibili soltanto per soluzioni più grandi, più costose o meno potenti.

L’ultimo prodotto di Shuttle infatti unisce la potenza di calcolo dei processori desktop multicore a dimensioni compatte e a un costo abbordabile. Il case nero in resistente lamina di acciaio misura appena 19×16,5×4,3 cm.

La scheda madre proprietaria, appositamente sviluppata per questo formato, si basa sul versatile chipset Intel H61 Express, in grado di supportare quasi tutti i tipi di processori Intel con socket Lga1155. DS61 integra i processori Celeron, Pentium e Core fino a 65 Watt di Tdp.

Nei due slot SO Dimm trova posto una memoria Ddr3 di 16 Gb complessivi. Un sistema di raffreddamento a heatpipe con doppia ventola assicura la massima silenziosità e una grande stabilità del sistema, mentre un alimentatore esterno con 90 Watt di potenza fornisce energia. Inoltre, il case può inoltre ospitare un Ssd o un disco fisso da 2,5”.

Mediante Mini-PCIe, DS61 può essere ampliato con un’unità mSata o, per esempio, un modulo 3G/wLan. Il collegamento di rete via cavo è possibile grazie a due interfacce di rete in teaming per Gigabit Ethernet. Nel pannello frontale si trova un lettore schede SD bootable.

Per le funzioni di controllo e sorveglianza sono disponibili i convertitori RS-232 e RS-232/422/485. Il prodotto dispone inoltre di Usb 3.0, Hdmi, Dvi e collegamenti audio. A rendere lo Shuttle Barebone DS61 particolarmente robusto è anche l’intervallo di temperatura ammesso per il funzionamento di 0-50 °C. Il supporto Vesa in dotazione e i numerosi fori filettati ne consentono il montaggio praticamente ovunque.

 

Silvia Viganò