L’adozione della soluzione di Service Virtualization di CA Technologies cresce del 50 per cento

Nel terzo trimestre dell’anno fiscale 2013, i clienti hanno scelto CA Lisa per accelerare lo sviluppo e la distribuzione delle applicazioni.

CA Technologies ha registrato una forte accelerazione nell’adozione del software CA Lisa Service Virtualization scelta da 24 nuovi clienti che rappresentano una crescita del 50 per cento nella vendita di nuovi prodotti nel solo terzo trimestre dell’anno fiscale 2013.

La società nord-americana ha siglato alcuni importanti contratti con clienti nuovi ed esistenti in Nord America, America Latina, Emea, Asia e nei mercati dell’Australia e della Nuova Zelanda.

La diffusione di CA Lisa è anche favorita dalla maggiore pressione esercitata dalla necessità di accelerare la distribuzione di applicazioni e servizi. La realtà dimostra che la soluzione può accorciare addirittura del 25-50 per cento i tempi di delivery del software, migliorando la qualità degli applicativi e abbattendo i costi dell’infrastruttura.

CA Lisa apporta miglioramenti sia nella qualità sia nella rapidità dei rilasci software, soprattutto quando quelle applicazioni devono interagire con sistemi complessi, tramite la virtualizzazione dei servizi (ovvero la cattura e la simulazione delle caratteristiche dei comportamenti, dei dati e delle performance delle dipendenze fra sistemi) in modo tale che gli addetti allo sviluppo e al testing del software non siano costretti ad accedere a costosi ambienti di produzione a corto di risorse per poter svolgere efficacemente il loro lavoro.

Negli ultimi sei mesi, CA Technologies ha inoltre registrato un aumento superiore al 150 per cento nel numero delle adesioni alla open community ServiceVirtualization.com. Per promuovere ulteriormente la divulgazione in questa area relativamente nuova dell’IT, la società ha anche diffuso uno studio intitolato Business Benefits of Service Virtualization e pubblicato il volume “Service virtualization: reality is overrated” (CA Press, 2012).

 

Silvia Viganò