Cisco inaugura la nuova era del video B2B

Nuove funzionalità software permettono ai clienti di ottenere dalle infrastrutture di collaborazione esistenti un’efficienza maggiore del 70 per cento.

Cisco ha presentato soluzioni che uniscono alla potenza software l’intelligenza della rete per favorire l’utilizzo della collaborazione video in azienda. Tali innovazioni software permettono di gestire e adattare il video alle esigenze future, così come di ottimizzare la comunicazione B2B.

In particolare, l’azienda ha introdotto nuovi software in grado di riconoscere il tipo e il numero di risorse (per esempio le porte, la larghezza di banda, l’infrastruttura) necessarie per supportare un meeting in base ai terminali utilizzati, adattandole automaticamente. Ciò permette ai clienti di incrementare l’utilizzo della propria infrastruttura di collaborazione esistente fino al 70 per cento e di adattare il video alle esigenze future in modo più efficiente, senza compromettere l’esperienza dell’utente.

Gli ultimi sviluppi software consentono a Cisco di integrare Cisco TelePresence e Cisco WebEx, fornendo agli utenti nuovi modi per collaborare. Ora i clienti con installazioni on-premise possono estendere l’invito a un meeting a qualsiasi utente esterno alla propria azienda, affinché possa partecipare a riunioni in TelePresence e WebEx tramite il proprio browser Web.

Questa nuova funzionalità estende i meeting TelePresence agli utenti esterni tramite un semplice collegamento WebEx, fornendo nuove opzioni per la comunicazione B2B aziendale. Inoltre, tramite un’unica interfaccia, gli utenti possono programmare un meeting combinato TelePresence e WebEx e condividere video o contenuti con qualsiasi dispositivo, inclusi i cellulari e i tablet.

Inoltre Cisco fornisce ai responsabili IT totale visibilità del traffico video sulla rete tramite nuove funzionalità in ambito medianet. I terminali TelePresence e i client Cisco Jabber ora integrano software medianet.

Come parte dell’architettura Cisco medianet, tali software sincronizzano automaticamente i terminali con la rete. Inoltre, le nuove funzionalità medianet permettono alla rete di monitorare il traffico video da tutti i terminali, rilevare potenziali problematiche relative alla larghezza di banda o alla qualità, e apportare le eventuali modifiche per garantire che i meeting vengano effettuati al meglio e portati a termine senza problemi.

Gran parte delle innovazioni apportate all’infrastruttura Cisco possono essere utilizzate dai partner dell’ambito della collaboration cloud per migliorare i servizi offerti. per esempio, i partner possono offrire diversi modelli di consumo che permettono agli utenti di effettuare meeting video di elevate qualità e altamente sicuri, semplicemente componendo un numero e digitando un codice per l’accesso.

Gli utenti possono partecipare da diverse reti e con terminali eterogenei, come per esempio i client desktop Jabber, le postazioni di telepresenza personale o in sale immersive.

 

Silvia Viganò