Giovedì 4 maggio presso il Campus Bovisa a Milano appuntamento con la presentazione della ricerca Osservatorio Innovazione in Sanità della School of Management del Politecnico di Milano

Medicine doctor hand working with modern computer interface as medical concept

Quali sono i servizi digitali maggiormente utilizzati dai cittadini e dai pazienti? Quali sono le loro aspettative sulla Sanità Digitale? Qual è il livello di adozione e di interesse per le tecnologie digitali da parte dei Medici di Medicina Interna e dei Medici di Medicina Generale? Come sta cambiando il modo con cui interagiscono con i pazienti attraverso il digitale? Quali sono le risorse economiche dedicate alla Sanità digitale in Italia e quali sono i trend di evoluzione? Qual è l’attuale livello di maturità delle strutture sanitarie italiane e delle Regioni nelle diverse aree di innovazione digitale? Quali sono le principali sfide per il futuro? Quali sono le barriere da superare e le azioni da implementare per sviluppare una Sanità digitale che risponda realmente alle esigenze di medici e pazienti?

Sono queste le principali domande alle quali si tenterà di rispondere giovedì 4 maggio al convegno di presentazione della ricerca dell’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità della School of Management del Politecnico di Milano. I risultati della ricerca saranno discussi con rappresentanti delle istituzioni, delle strutture sanitarie italiane, dei medici e dei cittadini.

Le evidenze emerse dalla ricerca prendono le mosse dal fatto che medici e pazienti sono sempre più “connessi”: internet, app e social media sono entrati nella loro vita quotidiana, consentendo di aumentare l’empowerment del paziente e di rendere più efficace l’interazione tra quest’ultimo e il proprio medico. Anche le istituzioni sembrano aver finalmente compreso l’importanza del digitale in Sanità, ma la lentezza e la complessità di realizzazione dei progetti di innovazione a livello aziendale e regionale rischia di minarne l’efficacia. Per non disperdere le scarse risorse a disposizione, occorre intervenire urgentemente, promuovendo la diffusione congiunta e coerente di soluzioni e servizi digitali, che tengano ben presente le reali esigenze di medici e pazienti e sfruttino appieno le opportunità offerte dalle nuove tecnologie disponibili.