ISE 2018: cosa abbiamo imparato sulle nuove frontiere della Collaboration?

1037

La più grande fiera mondiale dedicata all’integrazione dei sistemi audio-video ha dato ulteriore conferma di come la Collaboration sia un fattore chiave per l’innovazione. Ricoh scende in campo con la Supercollaboration

A cura di David Mills, CEO di Ricoh Europe

Per Ricoh ISE è un appuntamento importantissimo. Questa manifestazione, che si tiene ogni anno presso il RAI Exhibition and Convention Centre di Amsterdam, richiama migliaia di professionisti provenienti da tutto il mondo per scoprire le più recenti innovazioni tecnologiche per gli ambienti di lavoro. Quest’anno ISE ha accolto oltre 80.000 visitatori, il numero più alto in tutta la storia della manifestazione.

Verso la Supercollaboration

Ricoh ha partecipato per la terza volta consecutiva ad ISE per condividere con i visitatori la propria piattaforma per la Supercollaboration che permette alle Ricoh_ISE 2018persone di collaborare meglio, indipendentemente dal luogo in cui si trovano. In particolare, i visitatori hanno potuto conoscere da vicino:

È innegabile che ISE sia stato un successo per Ricoh. Abbiamo avuto la possibilità di confrontarci con centinaia di visitatori, analisti e clienti, ai quali abbiamo presentato i nostri Communication Services, numerosi casi di successo e le soluzioni Ricoh che abilitano il Digital Workplace.

Mi pongo una domanda: “cosa abbiamo imparato ad ISE sulle nuove frontiere della Collaboration?”. Abbiamo avuto molte riconferme ad esempio sul fatto che la Collaboration sia una sfida chiave per le aziende di tutte le dimensioni e di tutti i settori. Dal punto di vista delle aziende tecnologiche presenti, ISE 2018 ha riconfermato ancora una volta come l’innovazione e l’attenzione al cliente debbano rimanere il focus.