Kaspersky Lab punta sui partner a valore

La società illustra la strategia di canale per le soluzioni B2B

Kaspersky Lab calcola che un attacco mirato possa costare a una grande impresa in media 1,2 milioni di dollari, costo dovuto non solamente all’interruzione delle operazioni ma anche al danno reputazionale e al calo del valore di mercato dell’azienda. Inoltre, le imprese non sono soggette solo agli attacchi mirati ma nel 90% dei casi cadono vittima del crimine tradizionale. I ransomware, che si sono aggiudicati il titolo di minaccia principale del 2017, lo scorso anno hanno colpito le aziende nel 26% dei casi: nel 65% l’attacco ha causato la perdita di una quantità significativa dei dati aziendali – se non di tutti.

Di contro a questo scenario, le aziende però spesso non hanno personale dedicato alla sicurezza IT, fattore che le espone al rischio di cyber attacco. Questo vale in particolar modo per le PMI che dispongono di risorse limitate ma anche per le grandi imprese, che soffrono la scarsità di competenze disponibili sul mercato.

La soluzione a questo problema è affidarsi ai partner a valore che offrano servizi di sicurezza, garantendo una protezione IT avanzata, fornendo assistenza e liberando l’azienda dal peso di doversi occupare della cybersecurity.

Va in questa direzione il rafforzamento dell’impegno di Kaspersky Lab nei confronti dei partner di canale a valore come Security Consulting e System Integrator per consolidare la propria presenza nel mercato B2B, con focus sui settori verticali quali Industry 4.0, finance, insurance, government e PA.

“Spesso le aziende tendono a sottovalutare il rischio di diventare vittime dei cyber criminali e non dispongono delle adeguate risorse e competenze per difendersi dalle minacce informatiche. Affidarsi a un partner a valore non garantisce solamente una protezione avanzata dalle minacce più sofisticate ma consente anche di ridurre i costi relativi alla sicurezza informatica –  spiega Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky Lab -. Inoltre, il 2018 sarà l’anno dell’entrata in vigore del GDPR, che sottolinea l’importanza di un tema molto caro a Kaspersky Lab: la security awareness. Secondo le statistiche, infatti, le aziende che implementano un programma di security awareness possono diminuire del 90% il numero di incidenti informatici, investendo il 76% in meno sugli incidenti di sicurezza rispetto a quelle che non usufruiscono della formazione. I nostri clienti che desiderano aumentare la consapevolezza delle minacce informatiche del proprio staff possono accedere ai nostri corsi di formazione come servizio gestito in modo rapido e semplice grazie ai nostri partner”.

Per aiutare i partner a garantire la massima sicurezza al maggior numero possibile di aziende in tutto il mondo, Kaspersky Lab ha sviluppato un Partner Program specificatamente pensato per aiutare i partner ad ampliare l’offerta di servizi gestiti per la sicurezza informatica, senza ulteriori risorse o carichi amministrativi, ottenere nuovi clienti e aumentare le vendite. Inoltre, grazie al supporto tecnico e alla formazione offerti da Kaspersky Lab, possono diventare un consulente affidabile e la prima linea di supporto per i propri clienti.

“Il canale rappresenta una parte fondamentale del nostro business in quanto tutti i prodotti e servizi venduti da Kaspersky Lab vengono gestiti tramite i nostri partner. Quest’anno contiamo di reclutare nuovi partner ad alto valore aggiunto in grado di supportarci nell’offerta della nostra sempre più vasta e premiata offerta sia per il mercato enterprise sia per le PMI”, conclude Giampiero Cannavò, Head of Channel B2B di Kaspersky Lab Italia.