Rosenberger OSI porta il cablaggio LAN negli edifici

A “Light + Building 2018” lo specialista del cablaggio sta presentando per la prima volta EcoFlex’IT, l’evoluzione di PerCONNECT

In occasione di “Light + Building 2018”, di scena alla Messe di Francoforte fino al prossimo 23 marzo, Rosenberger OSI sta presentando EcoFlex’IT, un’unica fonte per un’efficiente rete attiva e passiva adattabile, intelligente e proposta a un prezzo ottimale.

Al Padiglione 9, presso lo stand B71, Rosenberger Optical Solutions & Infrastructure ha, infatti, concentrato l’attenzione sull’ultima evoluzione della soluzione di cablaggio LAN PerCONNECT, che rappresenta un innovativo concetto di cablaggio Ethernet ridondante.

EcoFlex’IT si integra, infatti, in qualsiasi ambiente di lavoro senza la necessità di spazio aggiuntivo, può essere rimosso in qualsiasi momento, è facile da spostare ed è espandibile in modo flessibile.

In tal senso, PerCONNECT EcoFlex’IT rappresenta il “next step” della linea, con componenti attivi e un concetto generale innovativo che si focalizza su installazioni di rete efficienti e flessibili sia nuove sia esistenti.

Nessun intervento di costruzione richiesto
Elemento sostanziale del sistema è l’Active Consolidation Point (ACP), garante della distribuzione dei dati Ethernet. Integrato nella dorsale a fibre ottiche, quest’ultimo distribuisce la rete nella zona terziaria limitrofa (massimo 20 metri) basata su collegamenti di rame o cavi patch.

In particolare, essendo gli ACP installati sotto pavimenti sopraelevati, su soffitti o pareti, il sistema di cablaggio può essere integrato in qualsiasi ambiente di lavoro senza la necessità di spazio aggiuntivo. In conseguenza del minore cablaggio installato anche i rischi di incendio, le dimensioni dei cavi e le dimensioni del firewall sono ridotte.

Infine, PerCONNECT EcoFlex’IT utilizza una configurazione ad anello progettata in modo ridondante e può quindi essere adattata facilmente senza interrompere alcuna funzionalità della rete. Questa caratteristica è indicata con l’acronimo FTT ACP, fiber to the active consolidation point (fibra al punto di consolidamento attivo).

Non ultimo, grazie all’utilizzo di cavi pre-assemblati il cliente risparmia fino al 50% di tempo e denaro sull’installazione, mentre il risparmio sui costi dei materiali per il cablaggio in rame può arrivare fino al 60%.