Arti grafiche: il Poligrafico Roggero & Tortia è il primo in Italia a installare la Ricoh Pro VC60000

Un nuovo e innovativo sistema di stampa a getto d’inchiostro a colori ad alta velocità

La collaborazione tra Ricoh e il Poligrafico Roggero & Tortia è nata nel 2007 con l’installazione, la prima al mondo, della Ricoh InfoPrint 5000, sostituita nel 2013 con un modello più recente della stampante.

Il 2018 ha segnato un altro anno importante nella partnership tra le due aziende, perché oltre la collaborazione in ambito digital workplace per il servizio PostaPronta, che tramite un’applicazione scaricabile gratuitamente consente l’invio di file digitali, scansionati con le multifunzioni Ricoh, a PRTGROUP che si occupa di stampare e imbustare la corrispondenza e di consegnarla all’operatore postale scelto dal clienti, con un risparmio in termini di tempo e costi, è anche l’anno che ha visto arrivare nello stabilimento di Beinasco, in provincia di Torino, la nuova stampante Ricoh Pro VC60000, prima installazione in Italia, un sistema di stampa a getto d’inchiostro a modulo continuo a colori ad alta velocità.

La nuova installazione risponde alle esigenze di un mercato della stampa digitale in crescita che porta con sé anche una crescita delle applicazioni digitali soprattutto in ambito books, transactional e packaging.

La nuova Ricoh Pro VC60000 interpreta la stampa inkjet in maniera differente all’insegna di produttività e qualità, anche per tirature di piccole dimensioni. La nuova macchina da stampa, come la definirebbero i più puristi, è infatti ideale per gli stampatori delle arti grafiche che lavorano con flussi di lavoro basati su dati variabili e che richiedono stampanti a getto d’inchiostro ad alta velocità e flessibilità nell’uso dei supporti per produrre libri, manuali, brochure, collateral personalizzati e materiale per direct marketing e precision marketing.

La Ricoh Pro VC60000, che può produrre circa 120.000 immagini A4 all’ora, è dotata di testine di nuova generazione e inchiostri a pigmenti resistenti, intensi e ad alta densità. La goccia a dimensione variabile può essere così piccola da misurare 2 picolitri garantendo una qualità di stampa paragonabile all’offset.

Dal punto di vista dei volumi la stampante è in grado di produrre fino a 150 m/min a 600 x 600 dpi e 120 m/min a 600 x 600 dpi. A 75 m/min a 1.200 x 600 dpi si arriva a 75m/min mentre a 1.200 x 1.200 dpi a 50m/min. Il sistema fronte-retro può produrre fino a 40 milioni di stampe al mese.

Un altro plus della Ricoh Pro VC60000 è la possibilità di usare numerosi supporti perché la stampante supporta diversi tipi di carta compresa quella comune, quella patinata per l’offset, la carta trattata e riciclata con grammatura da 40 a 250 g/m2 e larghezza da 165 a 520 mm. L'unità opzionale di pre-rivestimento permette di stampare su supporti lucidi patinati per offset e l'unità opzionale di rivestimento protettivo realizza uno strato resistente antigraffio ed antiabrasivo per proteggere i documenti più importanti.

E’ possibile poi avere come optional gli asciugatori, che riducono i tempi della lavorazione per le applicazioni ad elevata copertura su supporti offset.

Il front end è digitale: TotalFlow Print Server R600A è stato sviluppato da Ricoh con JDF/JMF e supporta diversi flussi di stampa nativi inclusi PS, PDF, PDF/VT, AFP/IPDS. Presenta inoltre una nuova interfaccia utente intuitiva e con strumenti avanzati per l’imposizione e la gestione del colore progettati appositamente per le esigenze delle arti grafiche.

Parola d’ordine per la nuova Ricoh Pro VC60000 è flessibilità e scalabilità: l’architettura è modulare e consente di supportare numerose opzioni di configurazione che, integrandosi ai sistemi già esistenti, raccolgono le esigenze di ogni singolo cliente.