Ridisegnato con Liferay, il portale dei servizi della Regione Lazio offre ora un’esperienza digitale del tutto nuova ai suoi utenti

Grazie a Liferay, oggi accedere ai servizi sanitari del Lazio è più semplice.
Attraverso la software house specializzata nella creazione di esperienze digitali enterprise, LAZIOcrea, società in-house che supporta la Regione Lazio nella gestione e organizzazione di servizi attività di interesse regionale, ha ridisegnato il portale SaluteLazio.it.

Di quest’ultimo è stata ottimizzata la navigazione e consentito un semplice e immediato al portale che rappresenta il principale punto di accesso per i cittadini ai servizi sanitari offerti dalla Regione.

Creato allo scopo di rendere più semplice e immediata l’interazione tra il cittadino e la Regione, in particolare nell’ambito dei servizi alla salute, SaluteLazio.it è stato realizzato con l’obiettivo di mettere il cittadino al centro, seguendo le linee guida nazionali definite dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID), in tema di modelli di accesso unico ai portali e di coerenza nell’organizzazione e presentazione dei contenuti.

LAZIOcrea ha deciso in partenza che avrebbe puntato su una piattaforma open source, allo scopo di ottimizzare gli investimenti e mantenere l’interoperabilità. In questo ambito, è stata identificata Liferay come piattaforma di riferimento su cui sviluppare il portale. L’implementazione del progetto è stata seguita da SMC, azienda selezionata tramite gara pubblica per la realizzazione del portale. Sono stati creati una serie di portlet centralizzati, accessibili con modalità differenziate a seconda dei privilegi o del ruolo dell’utente che vi accede.

La piattaforma Liferay ha consentito di omogeneizzare la presentazione e unificare l’accesso ai servizi sanitari offerti dalla Regione, con una serie di vantaggi che vanno dalle prestazioni complessive del sistema alla sua affidabilità generale. Anche a livello di gestione della piattaforma le cose sono diventate decisamente più semplici per il team IT di LAZIOcrea, che ha a disposizione una console unica per gestire servizi prima legati a sistemi e tecnologie differenti.

Il vantaggio più significativo però è per il cittadino, che possono ora beneficiare di un portale unico a cui fare riferimento per i loro servizi, con informazioni coerenti e sempre aggiornate, indipendentemente dalla loro modalità di accesso. Inoltre, l’identità digitale di chi accede al servizio viene verificata e autenticata in modo differenziato a seconda dei servizi, fino ad arrivare a un processo di autenticazione forte (L3) che prevede l’utilizzo di una smart card (Tessera Sanitaria) fornita al cittadino, oltre alla sua registrazione tramite password.

Il portale consente attualmente di accedere a una serie di servizi, quali la scelta e revoca del medico di base e del pediatra, la possibilità di scaricare referti di laboratorio, di prenotare e pagare prestazioni sanitarie prenotate tramite il CUP (Centro Unico di Prenotazione) e l’accesso al Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE). Ulteriori servizi sono allo studio e verranno aggiunti prossimamente. Allo stesso portale possono accedere anche i medici di base per consultare i fascicoli dei loro assistiti, con il loro consenso.

Da quando è andato online, a maggio 2017, e in meno di un anno, il portale SaluteLazio.it è diventato un solido punto di riferimento per i cittadini della Regione, servendo oltre 5.000 utenti unici al giorno, per un numero complessivo di circa 500.000 e oltre 1 milione di sessioni.