A Pure Digital 2018 Canon realizza il potenziale creativo dei designer

3136

Ad Amsterdam, fino a domani, Canon esplorerà il ruolo della stampa digitale applicata al mondo del design

Partita martedì 17 marzo, la tre giorni di Pure Digital 2018, di scena ad Amsterdam fino a domani, vede tra gli espositori Canon, che partecipa all’evento anche in qualità di sponsor.

Ad affiancare Mathew Faulkner, Senior Manager della divisione Applications Development in Graphics and Communications di Canon Europe, ci sono il fotografo professionista e Canon Ambassador Clive Booth e l’architetto d’interni Maria Horgen, che stanno raccontando al pubblico come la stampa digitale abbia ampliato il loro potenziale creativo e abbia offerto al loro lavoro nuove frontiere di applicazione.

Dopo aver presentato un primo giorno dedicato al tema Design e Creazione, è stato lanciato “The Ileachs Project”, un documentario in cui immagini video e fotografiche si fondono per raccontare la vita sull’isola scozzese di Islay, e per spiegare come la stampa abbia aggiunto valore al progetto. La storia è stata raccontata attraverso immagini drammatiche che ritraggono il lavoro delle imbarcazioni di salvataggio e dei servizi di soccorso aereo, accompagnate da intensi ritratti degli abitanti dell’isola.

I visitatori di Pure Digital hanno anche la possibilità di vedere il lavoro svolto per la campagna di lancio del brand “Elemental”, ideata da Canon per mostrare l’impatto e l’efficacia della stampa in un progetto di marketing multicanale. La campagna è composta da immagini rappresentative dei quattro elementi (terra, aria, fuoco e acqua) e si articola in una serie di asset pubblicitari: comunicazioni promozionali, out-of-home advertising, cartellonistica, promozioni nei punti vendita e interior décor per i negozi.

Nella giornata di ieri, Maria Horgen ha, invece, contribuito al programma dedicato a Interior Décor ed esperienza del brand mostrando come la tecnologia di stampa su grande formato Canon consenta di riprodurre le carte da parati Art Nouveau scoperte negli edifici storici norvegesi e fotografate utilizzando una fotocamera reflex digitale Canon 5D MKIV.

Le immagini vengono ottimizzate digitalmente e riproposte per l’allestimento di ambienti moderni. Questi scatti sono stati raccolti in un libro intitolato “Dusty”, realizzato da Horgen e Tharaldsen per catalogare la gamma di colori per interni. Il portafoglio di prodotti Dusty include carte da parati stampate digitalmente e dalle cromie personalizzabili, oltre ad altri supporti per il design d’interni come vetro, arredi, rivestimenti in legno e pannelli acustici.

Domani, invece, Mathew Faulkner analizzerà i vantaggi creativi, commerciali e tecnici offerti dalla stampa digitale per la realizzazione di design personalizzati, condividendo un portfolio di applicazioni fornite da partner Canon attivi nei settori dell'interior décor, del fine art e della fotografia. Mathew, inoltre, metterà a disposizione dei visitatori la propria esperienza e competenza nel settore creativo, della stampa di produzione e del marketing.