Numeri in crescita per l’Osservatorio per la Tutela del Mercato dell’Elettronica

477

A sei mesi dalla sua presentazione, una serie di nuove realtà hanno scelto di aderire a Optime, che ha presentato e approvato all’unanimità il bilancio 2017

A soli sei mesi dal lancio, la compagine Optime è composta, oltre che dai soci fondatori, da ulteriori realtà associative, d’impresa e rappresentative di interessi diffusi.  Tra esse si segnalano, Aifoto, Ancra, Andec, Consorzio Ecodom, Fapav e Netcomm.

Lo ha annunciato lo stesso Osservatorio per la Tutela del Mercato dell’Elettronica in Italia che, ha tenuto a Milano l’Assemblea Generale 2018.

In questo contesto, la Federazione ha presentato e approvato all’unanimità il bilancio 2017, così come l’ambizioso piano di attività previste per il secondo semestre 2018. L’Assemblea è stata, inoltre, occasione per approvare un piano che prevede un massiccio ampliamento delle iniziative e delle azioni legali a tutela del mercato.

Nella medesima occasione, non è mancata la presentazione della ricerca esclusiva Eumetra per Optime “Consumi on-line in Italia, curata ed illustrata in assemblea da Renato Mannheimer, che ha posto l’accento sulla conoscenza dei consumatori delle dinamiche del web soprattutto in relazione al marketplace e alla responsabilità delle piattaforme.

Come riferito in una nota ufficiale da Davide Rossi (in foto), presidente di Optime: “Nonostante la recente costituzione, siamo già riconosciuti, sia a livello istituzionale sia dal punto di vista mediatico, come un organismo competente, serio e autorevole: l’adesione di tanti nuovi associati ne è la dimostrazione più evidente. Siamo molto soddisfatti di quanto stiamo facendo non solo per creare consapevolezza sul problema della concorrenza sleale nel commercio di prodotti elettronici, ma anche per i risultati concreti dal punto di vista operativo che iniziano ad arrivare”.