Il MIX semplifica le interconnessioni con Rosenberger OSI

Le cassette alta densità, i cavi trunk e i connettori LC-LC aiutano il Milan Internet Exchange a mantenere un sistema omogeneo

Nei primi mesi del 2017 MIX – Milan Internet Exchange ha scelto Rosenberger OSI quale azienda di riferimento per rispondere alle proprie necessità di ottenere e mantenere un sistema omogeneo e performante.

La soluzione tecnica ha visto l’adozione di cassette ad alta densità SMAP G2 HD, cavi trunk in fibra ottica monomodale terminate MTP-MTP e cavi trunk terminati con connettori LC-LC. Sono anche stati utilizzati cavi trunk preconnettorizzati in rame in CAT7 con prese schermate in categoria 6A.

L’introduzione delle soluzioni Rosenberger OSI ha permesso di raggiungere in poco tempo alcuni obiettivi fondamentali, tra cui la diminuzione della complessità delle interconnessioni, un aumento della scalabilità, il contenimento dei costi e il miglioramento del livello qualitativo.

RosembOSI DatacenterLa decisione di adottare questa tipologia di soluzioni nell’ampia gamma messa a disposizione dall’azienda tedesca ha tenuto conto anche dello spazio fisico, fattore importante per un data center con una densità maggiore del 50% rispetto a uno tradizionale.

Anche la scalabilità ha inciso decisamente sulla scelta della soluzione. La possibilità di integrare fibra e rame sulla stessa piattaforma, infatti, facilita e ottimizza l’intero sistema.

Il progetto iniziato nel 2017 è in continua espansione, proporzionata alla crescita di MIX: i nuovi afferenti vengono attivati sulle soluzioni a marchio Rosenberger OSI, fornitore affidabile anche per il servizio di consegna dei materiali, nel rispetto delle rapide tempistiche che, come nel caso dei cavi in fibra ottica realizzati su lunghezze e caratteristiche specifiche, sono garantite entro due settimane lavorative.

Le implementazioni delle soluzioni Rosenberger OSI nei Data Center di MIX rappresentano un investimento per il futuro per un’infrastruttura di rete che può mantenere il passo con le nuove tecnologie e con la crescita del traffico e delle interconnessioni, oltre a fornire una significativa riduzione dei costi operativi, grazie all’ottimizzazione dell’utilizzo dello spazio.

Non a caso, il MIX è il più grande Internet Exchange italiano e tra i primi in Europa in termini di traffico veicolato.
Costituita nell’anno 2000, la struttura conta oggi 19 soci tra le più significative aziende della internet italiana e, con un traffico aggregato di oltre 584 Gbps, rappresenta il più importante bacino di raccolta di operatori internet e carrier in Italia inserendosi nello scenario dei più significativi Internet Exchange europei.