Il programma per la sostenibilità Miraisha di Canon Europe compie tre anni

Canon Europa festeggia il terzo compleanno di uno dei suoi principali programmi nato per promuovere nuove opportunità professionali in Africa

Nato per promuovere nuove opportunità professionali in Africa attraverso laboratori per fotografi, videomaker, film-maker e proprietari di centri di stampa, il programma per la sostenibilità denominato Miraisha di Canon Europe compie tre anni.

In questo lasso di tempo, il programma ha raggiunto oltre 3.000 partecipanti, che hanno preso parte a sessioni formative e workshop, mentre da questo mese, un autobus londinese a due piani ospiterà nel quartiere di Westlands a Nairobi, in Kenya, diversi laboratori formativi incentrati sul tema della creatività.

In un secondo momento, l’iniziativa frutto della felice collaborazione con “The NRB Bus” partirà per un roadshow in tutto il Kenya. E non solo.

Tra le principali iniziative dell’anno scorso si ricordano:
Il programma “Train the Trainer”
Una recente iniziativa di Canon che ha ottenuto un grande successo è il programma “Train the Trainer”. In passato, Canon inviava regolarmente in Africa gli esperti europei necessari per gestire i laboratori formativi Miraisha. Per rendere il programma autosostenibile, però, Canon ha investito in alcuni formatori locali, con grande vantaggio per i partecipanti passati, presenti e futuri dei laboratori che hanno così a disposizione una fonte di conoscenza interna al Paese e un modello da seguire. Attualmente l’iniziativa Canon coinvolge 15 persone, sei delle quali già qualificate come formatori accreditati. Molti di loro sono fotografi o videomaker di successo. Canon ha assunto a tempo pieno uno dei formatori per l’ufficio commerciale in Marocco.

Il laboratorio di storytelling
Dopo aver frequentato un laboratorio di storytelling Canon attraverso il Canon Master Gary Knight, lo scorso settembre Anthony Obayomi ha vinto il concorso National Geographic Photography Portfolio Review, in occasione del festival LagosPhoto. Durante il laboratorio originale, che si era svolto nel dicembre del 2016, Anthony aveva usato la EOS 650D con diversi obiettivi. I partecipanti al concorso hanno presentato, a una giuria nigeriana e internazionale, un portfolio di foto scattate l’anno precedente. Quello di Anthony è stato considerato il migliore e gli è valso un premio di 10.000 dollari. Oggi Anthony è nel mirino di National Geographic e altre agenzie fotografiche internazionali. Gli scatti da lui presentati al concorso riguardavano la scarsità di alloggi per gli studenti dell’Università di Lagos.

Infine, grazie alle competenze acquisite nel laboratorio di storytelling Canon, la fotografa documentale Nneka Iwunna ha vinto un finanziamento della Magnum Foundation.