La serie Monna Lisa di Epson ha in mente produzioni di eccellenza

738

L’ultimo modello di stampante digitale per tessuti è stata sviluppata con F.lli Robustelli e la collaborazione di For.Tex per la parte di inchiostri

È pensata per offrire elevata qualità di stampa per produzioni di eccellenza la nuova Monna Lisa Evo Tre 16, che Epson ha presentato in occasione del recente Fespa 2018.

L’ultimo modello della serie è una stampante digitale per tessuti sviluppata con la collaborazione di For.Tex per la parte di inchiostri e rappresenta un ulteriore ampliamento di gamma della fortunata serie Monna Lisa, la stampante digitale per tessuti progettata dall’azienda meccanica F.lli Robustelli con l’innovativa ed esclusiva tecnologia di stampa proprietaria Epson PrecisionCore e oggi considerata lo standard per la stampa digitale di alta qualità nel comparto tessile industriale.

Presentata nel nuovo modello a 16 teste e 8 colori, l’ultima nata è disponibile in tre diverse altezze di stampa (180 – 220 – 320 cm) e si presta particolarmente per le produzioni d’eccellenza di un mercato che necessita di alta qualità ma non richiede elevata produttività.

Inoltre, a Fespa 2018, la Monna Lisa Evo Tre 16 è stata presentata con l’applicazione stampa a pigmenti che, non richiedendo vaporizzo e lavaggio come fasi di post-trattamento, è in grado di offrire diversi vantaggi economici e ambientali.

Inoltre, grazie ai protocolli di aggiornamento e manutenzione ottimizzati messi a punto dal team di ingegneri F.lli Robustelli, la non sostituzione di parti strutturali di Monna Lisa determina una riduzione delle emissioni di gas serra rispetto a un alternativo e più invasivo ciclo di revamping, una riduzione che può quindi essere qualificata come un indiretto beneficio ambientale.